Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Filastrocche e “conte”…

Complimenti per il sito. Invio una filastrocca. Veramente credo che sia più una “conta”, che recitava mia madre:

An -ghi -go… / tre gallìn’ e tre cacocc’ / cà jévene ‘nda ‘na cappell ‘ / addo’ steve ‘na figliola bella /

cà suonàv’ o’ vintitrè / une, doje e tre… /

chest’i tre bacchetèll’ / ‘a sceglìmm’ . . . →: Filastrocche e “conte”…

Ninotto ’mparaviso

Come promesso, presento un’altra canzone musicata da Nino Picicco, ispirata da una poesia di Carmine Pagano e riportata nel libricino “Sangue  ‘i  rutunne” (Poesie ponzesi).

Parla di un incontro fra ‘cumpagnune’ in Paradiso, all’arrivo di Ninotto. Simile in tutto a quelli improvvisati nelle cantine del Fieno, e mai dimenticati.

Io sono parte in causa, . . . →: Ninotto ’mparaviso

“Le avventure di Pinocchio” in dialetto ponziano (3)

di Ernesto Prudente

Capitolo 3°

Geppetto, tornato a casa, comincia a lavorare il pezzo di legno per fabbricarsi il burattino. Lo chiama Pinocchio. Le prime monellerie.

A case i Geppetto ère na stanzulélle pétte- pétte cu nu lantepòrte ca s’arapéve a mmié­ze a vìje pe dà nu pòche i luce. Mubbìlje?, cchiù niénte . . . →: “Le avventure di Pinocchio” in dialetto ponziano (3)

‘A primma luna monta. Tarantella

 

Riproponiamo aggiornata – completa delle parole – la filastrocca “ ’A primma luna monta” – musicata e cantata da Nino Picicco e Franco De Luca

Dalla presentazione precedente:

“Partecipo al pubblico di “ponzaracconta” una canzone scritta  e musicata da Nino Picicco. E’ in dialetto ponzese ed è una assoluta novità perché Ponza . . . →: ‘A primma luna monta. Tarantella

A grande richiesta!!! “…Ole’! Tutti alla Corrida!”

Domenica 3 aprile, alle ore 21.00, presso il nuovo piazzale di Giancos

(Lungomare Cesarano), a grande richiesta, l’Ass. Cult. “‘A priezza“

replica lo spettacolo: “…Ole’! Tutti alla Corrida!”

 

E’ marzo

di Franco De Luca

 

I  roie stanno repeglianno i poste

addò fanno u’ nido.

A dduie  macchieno

i creste d’i ciglie, aret’ a ’na frasca,

ind’a ’nu ’ncavo

d’a muntagna.

Se strufineno i becche,

uno ’nfacci’ all’ate

remmanenno vecino

accovacciate,

pe’ ore.

 

E’ marzo,

e i roie

se trovano a . . . →: E’ marzo

“Le avventure di Pinocchio” in dialetto ponziano (2)

di Ernesto Prudente

Capitolo 1°

Come andò che il falegname mastro Ciliegia trovò un pezzo di legno che piangeva e rideva come un bambino.

Nce stéve na vòte, mò  tutte pènzene a nu rré, na reggine, na princepésse, nu prìncepe azzurre, nò nce stéve na vòte . . . →: “Le avventure di Pinocchio” in dialetto ponziano (2)