Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Il vecchio che guariva con le mani

di Lino Catello Pagano

“L’hanno amato tutti” – è il mio ricordo di lui, Catello Pagano, mio nonno paterno, di cui porto anche il nome.

Per  tutti era Catiell’ ’nda padur’. Era lui che guariva dalla sciatica, dal fuoco di Sant’Antonio e dalle mille malattie che c’erano a Ponza.

C’era il via . . . →: Il vecchio che guariva con le mani

Il ‘Mariroc’

di Dante Taddia

Non si chiamava discoteca allora, e forse night club non era neanche necessario, ma semplicemente Mariroc.

La parola evocava di per sé un’associazione di mare e roccia, o roccia sul mare o rocca sul mare, di esotico.

Un accumulo di pensieri e di immagini uniche e insostituibili.

Un poco più . . . →: Il ‘Mariroc’

Foglio di ricordi

Sabato 1 Gennaio 1977 – Cinema Margherita di Ponza

Ci provo anche io, a lasciare una debole traccia su un foglio prima che il tempo, ahimé, sbiadisca per sempre i ricordi.

Parlare di Ponza è per me sempre motivo di tenerezza, è provare un sentimento simile a quello che ritrovo oggi guardando . . . →: Foglio di ricordi

‘Na notte a palàmmt’

di Mimma Califano

.

– Mimma… Mimma… Nui avimm cignut’… Tu vuo’ veni’…

Il tono di voce e’ basso, eppure mi sveglio subito.

Mio padre ha socchiuso appena la porta della mia stanza, ripete:

– Avimm cignut’… Simm venùt’ a piglia’ ‘a leva… E si allontana subito.

In un attimo sono . . . →: ‘Na notte a palàmmt’

Gnafrù e l’ossidiana

La via dell’ossidiana

di Ernesto Prudente

Nel marzo del 1900 J. Friedlaender, studioso di geologia, pubblica la notizia di un rinvenimento a Ponza di oggetti di ossidiana lavorati: “Alla Punta del Fieno ho trovato due coltellini lunghi circa tre cm e molti frammenti di ossidiana; nell’isola di Zannone, fra il convento e la . . . →: Gnafrù e l’ossidiana

“Sulla pesca”. Chiacchierata-intervista con Mimma Califano

di Sandro Russo

I ponzesi: contadini e pescatori

Fin dai tempi del loro trasferimento forzato sull’isola (1734, e anni segg.), da Ischia e da Torre del Greco, i ponzesi hanno avuto una doppia anima: contadini e pescatori a seconda delle occasioni o delle necessità. Pur con una prevalenza . . . →: “Sulla pesca”. Chiacchierata-intervista con Mimma Califano

Pesca. Ricordi di Mimma

di Mimma Califano

Questa presentazione in diapositive si completa e si integra con i seguenti articoli  sullo stesso tema:

– Sulla pesca. Chiacchierata-intervista con Mimma (di Sandro Russo)

– ‘Na notte a palamm’t (di Mimma Califano)

– Termini dialettali legati alla pesca (di Mimma Califano)

Download (PPT, 620KB)