Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Ciliegi in fiore

di Patrizia Maccotta

.

Erano probabilmente gli ultimi giorni di un mese di marzo; non mi ricordo con precisione l’anno, ma era sicuramente dopo il mio soggiorno in Giappone nell’estate del 1991. Andai, un pomeriggio, a raccogliermi davanti ai ciliegi in fiore che, come due soffici nastri di seta rosa, seguivano i . . . →: Ciliegi in fiore

Una foto racconta… (31). Finestre

di Patrizia Maccotta

.

Sono attirata dalle finestre. Soprattutto quando sono illuminate. Uniscono il dentro e il fuori. Ma più che guardare da una finestra mi piace osservare quello che ci lascia intravedere. Immagino, partendo da un dettaglio – un lume, un quadro – l’interiorità di chi abita dietro ai suoi vetri. . . . →: Una foto racconta… (31). Finestre

Una foto racconta… (29). Nannarella

di Patrizia Maccotta

.

Sulle scale di un mercato Le nuove generazioni non la conoscono, ma noi, noi nati poco prima, durante, o poco dopo la seconda guerra mondiale, come non fermarci a sorriderle davanti alla sorpresa del suo volto, dipinto sulla scala del Mercato Trionfale, viale delle Milizie, a Roma? Anna . . . →: Una foto racconta… (29). Nannarella

Turista non per caso. Emile Zola a Roma nel 1894

di Patrizia Maccotta

.

Emile Zola mi ha salvata! Non è un verbo troppo importante? No. Anzi. Se non fosse stato per lo scrittore francese, non avrei mai superato l’esame di letteratura italiana che avevo lasciato per ultimo nel mio corso di laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne; lingua straniera era . . . →: Turista non per caso. Emile Zola a Roma nel 1894

Morire a vent’anni 

di Patrizia Maccotta

.

In ricordo di Orlando Orlandi Posti (1926 – 1944) e di Ferdinando Agnini (1924 – 1944).

Si chiamavano Orlando e Ferdinando, erano studenti. Abitavano a Monte Sacro, quartiere di Roma che mi è caro e che conosco bene perché vi sono nati due dei miei nipoti. Erano . . . →: Morire a vent’anni 

Pensando a Giuda…

di Patrizia Maccotta . In aprile ricoprono le colline ed esplodono nei giardini delle città.  Il loro colore è  travolgente, simile solo a certe sfumature del cielo al tramonto. Il nome scientifico di queste piante è ‘Cercis siliquastrum’. Ma l’albero viene comunemente chiamato ‘albero di Giuda’. I fiori si sarebbero colorati di porpora per . . . →: Pensando a Giuda…

Una foto racconta… (24). Per un’altra Pasqua

di Patrizia Maccotta

.

L’inverno lascia un ricordo

Se non ci fossero i riti, l’uomo precipiterebbe nel caos. La primavera fa parte dei riti: è rinnovo, rinascita, resurrezione. Ma l’inverno cede il suo posto lentamente. Ai fiori sparsi come coriandoli sui prati, ai rami che si rivestono di sfumature tenui e alla luce . . . →: Una foto racconta… (24). Per un’altra Pasqua