Ambiente e Natura

La rosa dei venti

di Sandro Russo

Ci mancava, il maestrale! Ed è arrivato (leggi qui).
Perché sul sito tanti venti abbiamo, tra poesia, prosa e canzoni…
Ed è questa la ricchezza del sito: che le parole e i pensieri non volano via, non si disperdono – come disse quello – come lacrime nella pioggia. Ma rimangono e si possono richiamare.
Io l’ho fatto stamattina, ‘fomentato’ dalla intensa poesia di Monica Conversano, e voglio partecipare l’esperienza ai lettori di Ponzaracconta.
Con parole diverse gli articoli raccontano come i venti – i diversi venti, ciascuno a suo modo – influenzano la sensibilità e i pensieri degli esseri umani…

MAESTRALE
Vento di maestrale, di Monica Conversano, del 18 agosto 2022.

SCIROCCO
Scirocco di Giovanni Hausmann del 26 agosto 2015;
Lo scirocco, di Sandro Russo, del 21 agosto 2021; include Duminica jurnata di sciroccu (Strade Parallele), di Battiato e Giuni Russo.

LEVANTE
Il levante del 2 sett. 2013, di Domenico Musco;
Aspettando il levante, del 31 agosto 2013 di Giovanni Hausmann;
Greco-levante e acqua ’i cielo, di Franco De Luca, del 2 dicembre 2013;

PONENTE
Venne il Ponente, di Franco De Luca, del 17 ottobre 2013;
Il Ponente a Chiaia di Luna, di Silverio Guarino, del 23 agosto 2020;

LIBECCIO
Ecco il libeccio!, di Giovanni Hausmann, del 19 settembre 2013.

Lo scirocco è protagonista e dà l’atmosfera ad una canzone molto bella – Strade parallele – composta da Giuni Russo e M. Antonietta Sisini e pubblicato nel 1994.
Giuni Russo (1951 -2004), è stata un gran personaggio della musica italiana; precocemente scomparsa.
L’interpretazione a due voci, di Franco Battiato con Giuni Russo è una perla.

.

.

Duminica jurnata di sciroccu
fora nan si pò stari
pi ffari un pocu ‘i friscu
mettu ‘a finestra a vanedduzza
e mi vaju a ripusari
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so putenza strogghi ‘u mo pinzeri
Ah! Ah! ‘U cori vola s’all’umbra pigghi forma e ti prisenti
nan pozzu ripusari.

‘U suli ora trasi dint’u mari
e fannu l’amuri
‘un c’è cosa cchiù granni
tu si’ la vera surgenti
chi sazia i sentimenti
Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so calura crisci e mi turmenta
Ah! Ah! ‘U cori vola sintennu sbrizzi d’acqua di funtana
‘ndo mo’ jardineddu mi piaci stari sula.

Ah! Ah! ‘A stissa aria ca so calura crisci e mi tormenta
Ah! Ah! ‘U cori vola sintennu sbrizzi d’acqua di funtana
‘ndo mo jardineddu mi piaci stari sulu
mi piaci stari sula.

***

Appendice del 19 agosto (cfr. Commento di Fabio Lambertucci)


Rosa dei Venti (Ceramica Veschini, Santa Marinella – RM)

1 Comment

1 Comment

  1. Fabio Lambertucci

    19 Agosto 2022 at 10:05

    Sandro & Redazione,
    grazie mille, ottimo lavoro sul mio commento e su Focus Storia. Allego foto Rosa dei Venti, opera della Ceramica Veschini di Santa Marinella.
    Ciao, Fabio.

    Immagine allegata all’articolo di base a cura della Redazione

È necessario effettuare il Login per commentare: Login

Leave a Reply

To Top