Archivio

Sull’America. L’amicizia e il rispetto sono fondamentali, le posizioni si possono confrontare

proposto da Sandro Russo

Con Tano Pirrone, uniti da un comune sentire sui temi fondamentali della vita – tranne purtroppo la questione dello sciagurato attacco della Russia all’Ucraina – ci nutriamo di una quantità di stimoli reciproci tra cui uno schieramento politico libertario e “di sinistra” (per quel che ancora può significare), di un’estetica comune e di corposi interessi cinefili.

E’ di ieri un suo messaggio su whatsapp:
Se non avete Sky cambiate chat. Ieri sera cominciata maratona per vedere con ritardissimo la serie tv Usa  The Newsroom fatta benissimo, con ottimi attori, con fortissime posizioni critiche sul sistema dell’informazione. Vi mando il passaggio d’apertura.

Trovato il filmato su YouTube
Cosa rende grande gli USA? – The Newsroom [ITA] – Jan 14, 2014

Come si fa a non amare una serie che inizia così? Il personaggio di Will McAvoy risponde in maniera realista alla domanda “Cosa rende grande gli USA”. The Newsroom, una serie-Capolavoro da vedere assolutamente – scrive Dario Spano, che ha riversato la versione italiana su YouTube

 

 

Naturalmente – per la stessa, dovuta, condivisione tra amici, ho provveduto a segnalare la serie e il breve video a Emilio Iodice, persona informata dei fatti e italo americano di eccellenza, che ha così commentato:

Mio caro Sandro
Solo in un paese come l’America puoi produrre un programma televisivo che critica se stesso, i suoi valori, la sua storia e la sua direzione senza mettere in galera gli autori. Eppure, la vera forza in America è proprio questa, che chi vive nell’ideologia non può vedere. Gli estremisti di destra e di sinistra passano il loro tempo a cambiare la storia quando dovrebbero lavorare per cambiare il futuro in libertà e pace.

L’America è ancora il luogo in cui, indipendentemente dal tuo colore, religione o classe nella vita, puoi combattere, lottare ed emergere, se vuoi, e usare tutti i talenti che Dio e la natura ti hanno dato.
Non è perfetto, ma immagina un luogo così diverso da rappresentare ogni nazione. Ogni fede esiste in America, ma non abbiamo guerre di religione. Le nazionalità che esistono negli Stati Uniti sono incredibili. Eppure esistono in relativa pace e prosperità.

L’America non è fatta per i deboli. È stata fatta per i forti come mio padre e mia madre che hanno rinunciato a tutto per ricominciare e dare a me e mio fratello quello che in Italia non avremmo mai potuto avere. Siamo cresciuti lavorando, lottando, ma abbiamo avuto l’opportunità di usare tutte le nostre capacità, di commettere errori e di imparare e di contribuire a rendere il mondo un posto migliore.

L’America non è perfetta. Non esiste un posto perfetto sulla terra.
Anche così, è ancora meglio di molti paesi per coloro che vogliono emergere, crescere e prosperare e poi restituire qualcosa al mondo e agli altri per renderlo migliore.

Il sogno americano esiste ancora, non importa quello che tanti dicono. Il fatto che possano dire di no è indice della libertà di parola che è alla base di quel sogno. Se tutte le persone del mondo vivessero in libertà e prosperità, che è ciò che rappresenta l’America, immaginate quanto sarebbero tutte migliori?

Buona Pasqua amico mio.

3 Comments

3 Comments

  1. Emilio Iodice

    16 Aprile 2022 at 13:21

    Mio caro Sandro
    Nel giornalismo, oltre che nella vita, è importante ascoltare più di una campana. Reagan aveva un messaggio chiaro, che tu sia d’accordo o meno. Parlava di libertà e democrazia e le sue parole sono importanti oggi come non mai.
    Michelle Obama mostra l’essenza della democrazia imperfetta dell’America che è disposta a criticare se stessa, discutere, combattere e lottare per permettere ai deboli di emergere anche di fronte a pregiudizi e ostacoli. Non dobbiamo aver paura di ascoltare quelle voci con cui potremmo non essere d’accordo perché c’è sempre una lezione.
    Un grande leader una volta disse: “Sono pronto a combattere e morire per il tuo diritto di esserti sbagliato”.

    https://www.youtube.com/watch?v=XcCrH6rWG-0

    https://www.youtube.com/watch?v=Oht0HT-6UGk

  2. Tano Pirrone

    16 Aprile 2022 at 14:39

    Io, intanto, a fine giornata, dopo cena, due o tre puntate di ‘The Newsroom’ me le vedo: e mi godo il tono di Emilio, più crucciato che incavolato. Non hai torto su quello: in quante nazioni si potrebbe fare uno spettacolo simile? Poche. E, passando ai film, quanti ne sono stati sfornati di aspra critica al potere? Tantissimi. Ma forse il potere permette ciò perché sa che non può essere scalfito. Buona Pasqua, Emilio, a te e ai tuoi. Tano

  3. vincenzo

    23 Aprile 2022 at 07:20

    Questo è un video che mette in fila cronologicamente i fatti che hanno portato all’intervento militare dei russi in Ucraina.

    https://fb.watch/czhcO82AFv/

È necessario effettuare il Login per commentare: Login

Leave a Reply

To Top