Ambiente e Natura

La Ponza silenziosa in un documentario del 1955

segnalato da Enzo Di Giovanni

 

Tra le innumerevoli sorprese che ci riserva la rete, abbiamo scovato questo interessante documento: un video della Società Geografica Italiana (*) realizzato durante una escursione a Ponza, Ischia e Capri che si svolse dal 23 al 26 aprile del 1955. Il filmato dura circa 14 minuti e ci rende, tra le altre, preziose immagini in bianco e nero di una Ponza agli arbori della modernità.

La parte del filmato che riguarda il nostro arcipelago parte dal minuto 2.24 e mostra una Ponza silenziosa – non solo perché non c’è audio! – e tranquilla, quasi sospesa nel tempo. Un occhio attento potrà cogliere, pur nei pochi minuti del video, particolari interessanti: alcuni terrazzamenti ancora ben tenuti, la banchina della Punta Bianca ancora in fase di costruzione;

Sant’Antonio con gli alberi – gli stessi che oggi con alacre operosità ci affrettiamo a decapitare – che all’epoca erano teneri virgulti;

un piccolo cammeo con monsignor Dies; Chiaia di Luna con in evidenza qualche frana “storica”, Palmarola con l’Arco di Mezzogiorno ancora intatto prima dei due crolli (il primo nel 1963 fece cadere la volta, il secondo nel 1997 ridusse le due colonne a monconi).

Lascio a occhi più attenti la scoperta di altri particolari da cogliere nel breve filmato (le immagini del nostro arcipelago vanno dal minuto 2.24 al minuto 6:15)…

.

.

(*) – La Società Geografica Italiana, fondata nel 1867, è un ente morale il cui oggetto è promuovere il progresso delle conoscenze geografiche, la ricerca scientifica e svilupparne la divulgazione attraverso l’organizzazione di convegni e viaggi di studio.

 

1 Comment

1 Comment

  1. Luisa Guarino

    8 Dicembre 2021 at 17:01

    A parte il silenzio del filmato che riguarda Ponza, non dovuto soltanto all’assenza di sonoro, mi ha colpito la presenza del professor Osvaldo Baldacci, geografo e autore di opere fondamentali per questa disciplina, come “Il pensiero geografico”. Su questo libro ho studiato quando frequentavo la facoltà di Lettere moderne, dove ho sostenuto tre esami di Geografia con il prof Emanuele Paratore, geologo, figlio del grande latinista Ettore Paratore. Baldacci era nato a Sassari nel 1914 ed è morto a Roma nel 2007.

È necessario effettuare il Login per commentare: Login

Leave a Reply

To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: