Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

La buona cultura della piccola isola

segnalato da Alessandro Romano

.

Quest’anno ricorre l’80° Anniversario della redazione del Manifesto di Ventotene e sono anche quarant’anni che, nel 1981, Altiero Spinelli, tornato per la prima volta sull’isola da quando l’aveva lasciata da “confinato”, suggerì di organizzare in loco una scuola per giovani che potessero portare avanti la lotta per costituire un’Europa Federalista così come era stata pensata a grandi linee nel Manifesto scritto quarant’anni prima. La scuola è nata e ogni anno accoglie giovani e studiosi da tutta l’Europa e da altre parti del mondo per condividere progetti da realizzare in termini di pace, giustizia, solidarietà, libertà e democrazia.
E’ tempo di bilanci e nell’ambito delle manifestazioni previste, il 9 ottobre si terrà a Ventotene, nella sala polivalente del Comune, uno specifico workshop
Di seguito il comunicato con il programma dei lavori

Comune di Ventotene
Isola della Pace – Porta d’Europa

80.mo anniversario della redazione del Manifesto
ottobre 1981 Altiero Spinelli torna a Ventotene

È tempo di bilanci e di ipotesi per prospettive condivise

Sono passati 80 anni dall’anno in cui è stato redatto il Manifesto e sono passati 40 anni dal momento in cui Altiero Spinelli, tornato per l’ultima volta a Ventotene, ha suggerito di organizzare sull’isola la formazione federalista. Infatti nel 1987 nasce l’Istituto di Studi federalisti Altiero Spinelli.

È giunto, quindi, il momento per fare un bilancio su ciò che ha prodotto l’esistenza di quel Manifesto e su ciò che ha generato l’azione formativa effettuata dall’Istituto. Così come è importante verificare cosa ha comportato, per la cultura e l’economia dei Ventotenesi, la scelta di puntare sul ruolo di Ventotene come luogo simbolo dell’Europa.

E’ però anche il momento per condividere le prospettive su come può evolvere l’Europa in chiave federalista, di come può crescere la formazione sulle due isole (Ventotene e Santo Stefano) e quale sviluppo vorranno perseguire i Ventotenesi per trarre vantaggio da queste evoluzioni.
Sia per fare un bilancio di questi 80 anni che per disegnare e condividere prospettive e iniziative per orientare il futuro, si organizza, per il 9 ottobre p.v., un “workshop di progettazione partecipata”, fatto da testimoni della storia e da persone che hanno contribuito a determinarla.

L’Amministrazione attuale, guidata dal sindaco Gerardo Santomauro, ha iniziato, prima ancora di avviare il suo mandato, con un programma di “progettazione partecipata” che ha avuto come obiettivo quello di condividere con la comunità locale le strategie di sviluppo del territorio e i progetti prioritari da attivare.
Da questa azione è nato lo slogan che ha caratterizzato il ruolo che il territorio ha voluto impersonare: “Ventotene, isola della Pace-Porta d’Europa”.

Il workshop vuole anche valutare il livello di “partecipazione” che i Ventotenesi hanno avvertito da parte dell’Amministrazione e raccogliere esperienze e metodologie per aumentare il livello di coinvolgimento e responsabilizzazione dei membri della Comunità locale per il perseguimento degli obiettivi di sviluppo futuro.

In formato .pdf il  Programma 80esimo Manifesto

Per saperne di più consultare il sito Ventotene, isola memorabile

Devi essere collegato per poter inserire un commento.