Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Una conversazione nel mondo islamico

di Emilio Iodice

.

Nei miei viaggi in Medio Oriente, prima e dopo le guerre in Iraq e Afghanistan, ho avuto conversazioni con tutti i tipi di persone di tutte le età e gruppi, uomini e donne, vecchi e giovani.
Mi hanno dato un quadro della complessità delle società in quella parte del mondo, delle loro esperienze storiche e della difficoltà per noi occidentali di comprenderli pienamente.

Queste società non sono stati esposte ad opere di autori europei o americani sulla libertà, l’uguaglianza e le opportunità se non come testi accademici da includere nella loro educazione.
La democrazia da Aristotele, Platone alle rivoluzioni americana e francese sono note minori nella storia ma non fondamenti sociali, mentre sono la base del governo e dell’azione per le nazioni che amano la libertà.

Non è intrinseco alla loro cultura creare un terreno fertile per il pensiero democratico.
Mi era chiaro che la chiave della loro visione del mondo era provinciale.
La loro società nasce dall’esperienza tribale ed è governata dal Corano, proprio come la Bibbia giudaico-cristiana fa parte del nostro modo di vivere.

La lingua unisce il mondo arabo così come la fede. L’Islam li unisce con sentimenti profondamente radicati riguardo alla famiglia, al sesso e al ruolo delle donne. Tradizioni diverse nelle società mediorientali e nordafricane promuovono approcci più liberali o più conservatori all’Islam, ma meno per le donne.

“I sondaggi di opinione pubblica suggeriscono che la maggior parte dei cittadini è ancora resistente all’uguaglianza di genere. Mentre ci sono notevoli differenze tra i paesi arabi, quando si tratta di questioni di genere, i valori conservatori sono profondamente radicati, forse ancora di più dopo le rivolte della primavera araba”.
È diventato parte del loro DNA e, a mio avviso, sarà difficile da cambiare, soprattutto nelle persone che non viaggiano spesso come noi e non vedono la vita e la libertà come due facce della stessa medaglia.

“La difesa delle donne nella regione è bloccata. Da un lato, le leadership islamiche conservatrici dominate dagli uomini sono perfettamente felici di accettare uno status quo che discrimina. Dall’altro, un’uguaglianza di genere solo simbolica è promossa da alcuni regimi che cercano di placare le richieste dei governi occidentali”.

Il Corano afferma chiaramente che le donne devono essere subordinate agli uomini. (Corano 4.34).

I diversi tipi di velo delle donne musulmane. Da Huffington Post

Una conversazione mi è rimasta in mente che potrebbe dirci perché c’è una feroce repulsione per ciò che rappresentiamo e la nostra visione dell’umanità.
È successo una notte che ero a casa di una famiglia benestante che aveva un atteggiamento molto filo-americano e filo-occidentale.
Si è svolta in occasione di un banchetto in mio onore organizzato dal capo di una delle più grandi tribù del paese.
Nessuna donna era presente.
Diversi bambini maschi camminavano per i giardini con pistole vere nelle fondine attaccate alla cintura. Erano i giovani nipoti del mio ospite. Indossare pistole, in stile occidentale, era un segno di mascolinità, anche per i bambini di 10 anni.

I miei ospiti maschi stavano guardando la televisione. Sono stato invitato a unirmi a loro. Nessuna donna era nella stanza. La TV era un grande schermo e sembrava un piccolo home theater. Il capofamiglia ha girato tra i canali fino a trovare quello che voleva.
Era un episodio di una popolare serie americana che trattava di donne e sesso. È stato tradotto in arabo.

Un’immagine de Sex and the City – Sex and the City è una serie televisiva statunitense, trasmessa originariamente dal canale HBO dal 1998 al 2004

Capofamiglia: Ti piace guardare film sexy – ha chiesto?
Io: – Non necessariamente. Preferisco la storia e i film d’azione, ma di certo mi piacciono le donne – ho risposto con un sorriso.
Capofamiglia: – Vedi le donne in questo film. Guarda come si comportano. Non hanno morale. Fanno quello che vogliono quando lo desiderano. Non sono mogli o madri. Sono senza virtù. Questo è ciò che voi americani ed europei volete che diventino le nostre donne. Vogliamo che siano mogli e madri buone e fedeli e tu vuoi che siano donne che credono nel sesso libero. Non ti permetteremo mai di imporci i tuoi valori perché lotteremo per proteggere le nostre donne e la nostra dignità – mi ha detto con determinazione e fuoco negli occhi.

Mi sono reso conto che il vero problema nel mondo musulmano era la questione delle donne e dei loro diritti rispetto a quelli degli uomini.
Non c’è modo di conciliare questo se il processo evolutivo dell’uguaglianza è così diverso dal nostro.

Non importa quali siano le nostre buone intenzioni e gli enormi sforzi per promuovere il benessere delle ragazze e delle donne in un paese come l’Afghanistan. Alla fine falliremo perché gli uomini, che detengono il potere, non saranno mai disposti a condividerlo.

 

Devi essere collegato per poter inserire un commento.