Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Ponza Summer Festival 2021, omaggio a Strehler

di Luisa Guarino

.

Ponza Summer Festival 2021 dedica domani sera a Giorgio Strehler nel centenario della nascita lo spettacolo teatrale “Non chiamatemi maestro”. A metterlo in scena, alle 22 alla Caletta del porto, la compagnia Acts Theater diretta da Francesco Maria Cordella. Ex allievo e attore del leggendario regista scomparso nel dicembre del 1997, Cordella celebra il suo maestro in compagnia dell’attrice Irma Ciaramella e con il contributo video dei colleghi attori strehleriani Maximilian Mazzotta, Maria Grazia Solano, Paola Roscioli, Giorgia Senesi, Paola Benocci, Margherita di Rauso, Alessandro Mor, Pia Lanciotti, Marina Sorrenti, Giovanni Soresi, storico direttore della comunicazione del Piccolo Teatro; assistente alla regia e montaggio video Michele Vitiello; allestimento scenico di Armando Raponi.


La serata, dedicata a una delle figure più iconiche del teatro italiano e non solo, scandisce all’interno dei diversi appuntamenti di Ponza Summer Festival la rassegna intitolata “Temis 2021”, ideata e voluta da Acts con l’intento di creare “un’occasione di scambio, di crescita e di trasformazione collettiva”. In totale gli eventi sono sei: quello in programma lo scorso 8 agosto che è saltato verrà recuperato lunedì 16 in una location differente.

Francesco Maria Cordella ha conseguito il diploma d’attore proprio presso la scuola di teatro del Piccolo Teatro di Milano diretta da Giorgio Strehler. Nato a Napoli, con radici ponzesi, milanese d’adozione (attualmente vive a Roma), ha preso parte a spettacoli strehleriani entrati nella storia, come Faust di Goethe, I giganti della montagna di Pirandello, Arlecchino servitore di due padroni di Goldoni, La grande magia di Eduardo De Filippo. Nel 2016 ha realizzato in veste di autore, regista e attore il mediometraggio “Confinati a Ponza”, presentato l’estate scorsa nell’isola.
Nella serata di domani, con “Non chiamatemi maestro” Cordella e i suoi colleghi racconteranno della vita del loro maestro, delle sue opere e della sua maestrìa.


“La lezione strehleriana – afferma Cordella – è ancor più viva oggi nei nostri cuori, e illumina le anime di chi ha avuto il privilegio e la fortuna di averlo vissuto come allievo, attore e spettatore. Strehler è stato maestro di teatro e di vita, uomo impegnato socialmente e politicamente, che ha sempre professato e trasmesso la sua vocazione attraverso la sua azione… Il teatro come fonte di emozioni e di riflessioni profonde”.

Restiamo all’interno del Ponza Summer Festival 2021, ma cambiamo totalmente registro per informare residenti e turisti sull’isola che la rassegna teatrale di Acts presenterà lunedì 16 agosto alle 22 sul piazzale della chiesa della Forna ‘a grande richiesta’ dopo l’anteprima dello scorso 24 luglio a Ponza porto, ‘O munaciello e ‘a janara’.

Si tratta di uno spettacolo movimentato e divertente con Francesco Cordella e Irma Ciaramella; scenografia di Armando Raponi; assistente alla regia Michele Vitiello. Sulla scena due spiritelli giocano intorno a un pozzo, svelando sogni e paure in una girandola di emozioni: i protagonisti sono ispirati a figure immaginarie appartenenti alla tradizione popolare pozese. Divertimento e risate sono assicurati per tutti.


Devi essere collegato per poter inserire un commento.