Ambiente e Natura

La posidonia oceanica da problema a risorsa, il convegno

Ci viene segnalata dal prof. Adriano Madonna e volentieri pubblichiamo la notizia di questo importante convegno che si terrà domani, dalle 11:00 alle 13:30, in modalità on line 

.

Da h24notizie.com riportiamo integralmente il comunicato stampa pubblicato il 4 luglio

La presenza di vegetazione marina tipica come la Posidonia ha da sempre caratterizzato le coste italiane, quella della Riviera di Ulisse in particolare, creando un habitat naturale e particolare distrutto negli anni da politiche scellerate di pesca, soprattutto con le reti a strascico.
Oggi si torna fortemente a parlare di Posidonia quale risorsa vera e propria per la costa, e non più un disagio presente o un problema da affrontare. Per questo, la Società Porto di Sperlonga, insieme a Federlazio ha organizzato un incontro per martedì 6 luglio dalle 11 alle 13 per parlare proprio della presenza dei detriti di Posidonia oceanica nella darsena di Sperlonga, ed in particolare l’utilizzo alternativo possibile rispetto al conferimento in discarica di quest’ultimi.

L’incontro, che avverrà in modalità on line, vedrà collegati esperti del settore e rappresentanti istituzionali, quali Sergio Cappucci, ricercatore dell’Enea, Monica Renzi, rappresentante scientifico Bioscience research center che illustreranno le caratteristiche della Posidonia oceanica, la presenza nella darsena di Sperlonga ed il possibile sviluppo locale.

“Si tratta di un evento che riporta all’attenzione della comunità intera l’importanza delle vegetazione marina e le migliori soluzioni alternative al conferimento in discarica dei detriti di Posidonia che si depositano nei porti e sulle spiagge” ha detto Gabriele La Rocca del Porto di Sperlonga, “in un contesto dove la qualità delle acque e delle coste locali deve essere l’obiettivo fisso di aziende ed istituzioni nel nome di un turismo consapevole e sostenibile”

Per seguire l’incontro, che avverrà on line, ci si può iscrivere inviando una mail all’indirizzo: infosoci@aicqci.it . Oltre agli esperti già citati, interverranno il sindaco di Sperlonga, Armando Cusani, il presidente del Parco regionale Riviera di Ulisse, Carmela Cassetta, Enrico Maria Mosconi, dell’Università degli studi della Tuscia, Adriano Madonna, dell’Associazione Internazionale Progetti Unesco, Marco Picca, presidente provinciale di Federlazio e Tony Manzi, responsabile delle relazioni esterne del Consorzio Sperlonga Turismo.

in f.to pdf la locandina del Convegno “I detriti di posidonia oceanica da problema a risorsa”

Clicca per commentare

È necessario effettuare il Login per commentare: Login

Leave a Reply

To Top