Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

San Silverio si festeggerà!

di Assunta Scarpati

.

Domenica a messa il parroco ci aveva comunicato che per problemi economici la festa di San Silverio (a parte quella religiosa) non si sarebbe svolta quest’anno.
Mia madre diceva che anche in tempo di guerra, con la fame e la disperazione, ‘u Vicchiarielle si festeggiava… con poco e con niente…
Ho chiamato il parroco Don Ramon, convocato ’A Priezza, Il Nuovo teatro ponzese, la Proloco… Con l’aiuto di tutti riusciremo!

Sarà una festa intima per celebrare la nostra fede, la nostra essenza e le nostre tradizioni.
Se volete fare un’offerta i soldi non bisogna darli a nessuno di noi: recatevi in Proloco, fate la donazione e vi sarà rilasciata la ricevuta. Il ricavato sarà pubblico.

La cooperazione è un albero che da buoni frutti! Sarà poco ma è meglio di niente!
Amici taggate e fate girare! Non vogliamo dimenticare nessuno!

Evviva San Silverio!

Locandine in file .pdf:

Calendario dei festeggiamenti. 9-15 giugno

Calendario dei festeggiamenti. 15-20 giugno

Festeggiamenti in onore di San Silverio

***

integrazione del 3 luglio 2021, dal profilo Facebook di Assunta Scarpati il resoconto della festa di San Silverio

3 commenti per San Silverio si festeggerà!

  • Dal profilo Facebook di Assunta Scarpati

    Ecco il resoconto (in calce all’articolo di base a cura della Redazione) della festa di San Silverio. Scusatemi se ci ho impiegato qualche giorno in più ma dopo la festa… necessita il lavoro!
    Grazie ancora a tutti! Tutto è stato possibile perché a qualsiasi porta che ho bussato mi hanno aperto!
    Evviva Ponza e i ponzesi!
    EVVIVA SAN SILVERIO ❤️

  • silverio lamonica1

    La festa di San Silverio ha un fascino tutto particolare, perché unisce credenti e non credenti. Infatti il periodo che va dal 15 al 21 giugno, rappresenta “un ritrovarsi” per amici e parenti che vivono lontano dall’isola e che, all’occorrenza, vi fanno ritorno. Oltre, naturalmente, al significato prettamente religioso, verso cui tutti devono guardare con rispetto.
    La festa si è svolta in tono minore, nel senso che non ci sono state le faraoniche spese per luminarie, orchestre e cantanti famosi, un’altra banda musicale della terraferma … ma ciò ha esaltato quel significato intimo che ha fatto di questa edizione una festa “de noi antri” (per dirla alla romana).
    Un plauso ad Assunta, per aver esibito anche il “rendiconto della festa” in nome della trasparenza (una interessante novità) da cui si evidenzia lo sforzo e la generosità dei volontari che hanno addobbato l’isola, gratis, e altrettanto hanno fatto la banda musicale e il duo Maddy & Benny con le canzoni da loro eseguite.
    Sono addirittura avanzati dei soldi per il prossimo anno.
    Qualcuno su Facebook ha eccepito che la spesa per i fuochi si sarebbe potuta ridurre, facendo qualche opera di bene.
    Per la verità io so che diversi anni fa, coi soldi in avanzo si provvide a finanziare un pozzo in terra d’Africa dedicato a San Silverio. Si potrebbe pensare a qualche iniziativa analoga e credo che, anche sotto tale aspetto, i ponzesi e gli ospiti dell’isola sarebbero più invogliati a contribuire in nome della solidarietà.

  • Luisa Guarino

    Iniziativa pregevole da parte di Assunta e di quanti insieme a lei sono stati la mente e le braccia, ma soprattutto il cuore, di questa edizione 2021 di un San Silverio inedito e particolarmente sentito. L’ho ringraziata personalmente una mattina che ci siamo incontrate sulla porta della chiesa, e lo faccio di nuovo qui, con grande riconoscenza. In quanto a quel qualcuno che su Fb ha avuto da ridire sui fuochi, ho sentito con le mie orecchie qualcun altro lamentarsi del contrario: ognuno la pensa a modo suo, e va bene così! In quanto alla beneficenza, in Africa o dovunque sia, non c’è bisogno di aspettare gli “avanzi di bilancio” per portarla avanti. Davanti a un’iniziativa in questo senso, in qualunque momento dell’anno credo che nessun ponzese si tirerebbe insietro.
    Prima di chiudere, permettetemi un grazie gigante a Maddy e Benny che hanno animato con professionalità e passione due bellissime serate sul sagrato della chiesa, presentando anche tanti giovani talenti “made in Ponza” curati dalla maestra Elena e davvero sorprendenti. A Maddy un grazie in più per l’emozione autentica e forte che ci ha regalato con la sua commozione, l’ultima sera. Al prossimo anno!

Devi essere collegato per poter inserire un commento.