Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Weekend nero per la Bull Basket

a cura della Redazione
.
Dall’ufficio stampa della Bull Basket Ponza riceviamo e pubblichiamo.
Si riportano i risultati e le cronache dei due ultimi incontri della compagine ponzese, rispettivamente contro la Roma Team Up (sabato 24/4), la C.B Frascati. (domenica 25/4).

Bull BK Ponza – Roma Team Up 36-49 (7-5;22-17;31-36)

Bull Ponza:   Soscia, Salvucci 1, Salzano 11, Spina, Di Manno 4, Barile 5, Zanier R.,  Zanier C. 7, Nulli 2, Pirani, Busetto 4, D’Apuzzo 2. All.: Di Maria
Team Up: Salerno, Ianeri 11, Martocchia 1, Berardi 3, Testorio 2, Fiorentini 10, Perfili 6, Paganelli 13, Pinna, Cherubini, Antonelli 3, Brunetti. All.: Boggio
Tiri liberi: Bull 8/22; Team Up 10/22


Bull BK Ponza – C.B. Frascati 48-49
(9-7;28-16;36-31)

Bull Ponza:
Soscia 5, Salvucci 13, Salzano 5, Spina, Di Manno 9, Barile 4, Zanier R., Zanier C. 8, Nulli 4, Pirani, Busetto, D’Apuzzo. All.: Di Maria
Frascati: Angiolini, Diop 6, Faranda, Chiappini, Paradisi G. 4, Candidi Al. 5, MBaye 21, Nniaye 8, Paradisi D. 2, Latini, Candidi Ar., Mannucci 3. All.: Monetti
Tiri liberi: Bull 7/8; Frascati 18/33

 

***

Week-end nero per la Bull Basket Ponza, nell’ultimo turno del girone di andata e nel primo turno di ritorno, le atlete isolane incocciano contro Team Up e Frascati, non a caso le due squadre che dopo questo turno occupano le prime due posizioni della classifica.
Due gare difficili ma diverse tra loro, la prima quella di sabato contro Team Up, vede il quintetto bianco/verde completamente assente, gioca i primi due quarti sottotono ma li chiude comunque in vantaggio, qualche punto in più di Salzano e qualche palla recuperata in difesa dal quintetto, permettono alle padrone di casa di chiudere i primi due quarti sopra di 5; ma al rientro in campo la squadra di Roma nord comincia a segnare e difendere spegnendo completamente la luce a Salvucci & co. Ultimo quarto poi da dimenticare dove la Bull segna solo 5 punti e permette alle romane di allungare fino al +13 conclusivo. Lode e onore alle ragazze della Team up che hanno preparato al meglio la partita, studiando alla perfezione il gioco delle isolane e chiudendo tutti gli spazi di attacco.

Discorso diverso invece nel match di domenica pomeriggio, dove il quintetto di coach Di Maria ha preparato e interpretato al meglio la gara.
Primo quarto di studio, le torelle prendono le misure alle castellane, il gioco si fa subito duro ma frizzante e con continui ribaltamenti di fronte; sotto le plance un bellissimo duello tra Zanier e Mbaye (due delle atlete più alte di tutta la serie C) fa concludere il quarto con la Bull In vantaggio di due. Secondo quarto che vede invece le bianco/verdi mettere in campo tutta la grinta e la verve che serve per una partita come questa, le padroni di casa recuperano palloni e attaccano con decisione, qualche errore da sotto e qualche fischio “dubbio” fanno si che all’intervallo lungo il vantaggio sia solo di 12 punti ma la Bull avrebbe meritato di più. Al rientro in campo è Frascati a fare la partita e come previsto le ragazze in fucsia aggrediscono e raddoppiano il portatore di palla, a volte al limite del fallo, recuperano qualche palla e obbligano Di Manno e compagne a fare gli straordinari anche se poi il conto dei falli aggrava la situazione già delicata. Coach Di Maria chiama ben due time out in questo periodo e si riescono a limitare i danni, si chiude a più 5 il periodo ma con le molte atlete che contano ripetute marcature nel carniere dei falli.
Ultimo quarto che vede Frascati spingere ancora sull’acceleratore e sorpassare nel punteggio, poi una “bomba” di Soscia e un altro canestro consecutivo della stessa rimettono in pari le cose e danno fiducia al quintetto di casa.

Fuori Di Manno per falli e il resto in bilico, si giocano gli ultimi minuti che vedono ancora una volta protagonista in negativo l’arbitro che sanziona più volte le bullette e non è così attento alle infrazioni delle castellane.
Ultimi due minuti al cardiopalma, il risultato è in perfetta parità, un attacco di Frascati viene respinto non senza difficoltà, sul ribaltamento Salvucci si guadagna due tiri liberi e li realizza entrambi portando sul più 2 le pontine. Ndyade successivamente, su un’ azione macchiata da un’ infrazione di passi non sanzionata, riporta le romane in parità; sull’azione successiva invece è Barile a concludere con successo riportando la Bull sul più due; Bull che non difende in maniera ottimale e che viene bucata in contropiede.
Si torna in parità a 19 sec dal termine, la panchina di casa chiama time out, disegna la rimessa d’attacco, si torna in campo ma complice la cattiva esecuzione della rimessa e un fallo non sanzionato a favore delle bianco/verdi, fanno si che Frascati può ripartire ma ormai la partita è terminata e la sirena suona la conclusione, quando però l’arbitro, ancora protagonista, fischia un fallo addirittura antisportivo alla giocatrice della Bull;  Nell’ incredulità generale la giocatrice di Frascati segna uno dei due liberi a disposizione regalando la partita alle proprie compagne.

Di Maria amareggiato a fine gara: “Sono deluso perché le nostre ragazze hanno preparato al meglio la partita ed hanno messo impegno e dedizione per questo match, in reatà, se avessimo giocato meglio al terzo quarto e avessimo fatto tesoro della rimessa agli ultimi 19 sec, probabilmente staremo parlando di altro. Certo é che alcuni fischi non coerenti, hanno destabilizzato le nostre ragazze e ci hanno privato troppo presto della prestazione di alcune di loro, onore a Frascati che é ancora imbattuto ma avrei preferito giocarmela diversamente.”

Ricordiamo che il conto finale dei tiri liberi é di 8 concessi alla Bull e 33 concessi a Frascati, e che la partita é visibile agli scettici sul profilo Facebook della Bull Basket Ponza.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.