Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

L’attenzione di RIDE su Villa delle Tortore

a cura della Redazione

.

L’associazione non governativa di utilità sociale RIDE – Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo Onlus, riunisce circa 68  associazioni e opera al fine di realizzare i principi della Carta delle Nazioni Unite e, a livello europeo, e gli obiettivi del partenariato euro-mediterraneo contenuti nella Dichiarazione di Barcellona del novembre 1995, coerentemente con gli obiettivi della “Fondazione Euro-mediterranea Anna Lindh per il Dialogo tra le Culture” (FAL, o secondo la dicitura inglese Anna Lindh Foundation-ALF) della quale la RIDE si costituisce come “Rete Italiana” (dal sito istituzionale)

Del comitato esecutivo della RIDE fa parte l’Associazione Prospettive Mediterranee che, in occasione del secondo evento Ponza Prima-Med del settembre 2020, ha proposto, in collaborazione con l’Unione per il Mediterraneo-UPM, la Fondazione euro-mediterranea PRIMA, Partership for Research and Innovation in the Mediterranean Area, il Segretariato Italiano di PRIMA, la Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo RIDE-APS, il Comune e la Pro Loco di Ponza, e la Comunità Arcipelago Pontino – di restaurare la Villa della Tortore, di proprietà della Regione Lazio, per utilizzarla come laboratorio di ricerca e formazione rivolto principalmente alle donne ed alle nuove generazioni del Mediterraneo, sui temi di sicurezza alimentare, economia circolare, e riscaldamento globale. Nell’occasione gli organizzatori hanno concordato sui princìpi di un Manifesto sulla sostenibilità, ispirato a quello per l’Europa del 1941 di Spinelli, Rossi e Colorni – per lanciare un messaggio comune sullo sviluppo sostenibile, sottolineando lo stretto rapporto tra cibo, salute e ambiente  ulteriormente evidenziato dalle vicende della pandemia Covid-19 (da Vivere Roma, il quotidiano della Città e del territorio)

Il progetto è stato riproposto, questa volta supportato dall’appello dei giovani, nell’ambito del dibattito on-line promosso da RIDE sul tema “L’alta formazione sulla sostenibilità nell’arcipelago dove è nata L’idea di Europa Libera e Unita”.
La Redazione

***

Riceviamo in merito dal coordinatore della comunicazione della RIDE, Rossana Gentile, e pubblichiamo

Appello all’Unione Europea per formare al lavoro giovani e donne del Mediterraneo 

Esperti delle principali istituzioni euro-mediterranee accolgono e rilanciano l’appello di giovani studentesse perché la Commissione europea vada oltre la Next Generation EU e non dimentichi i giovani e le donne del Mediterraneo. Questa la principale novità emersa dal dibattito pubblicato in diretta streaming il 10 aprile 2021 sulla pagina Facebook della Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo (RIDE, Capofila della Fondazione Anna Lindh-ALF in Italia), il secondo di una serie di incontri mensili che coinvolgono esperti nazionali ed internazionali, e membri della stessa RIDE (video del dibattito online: https://www.facebook.com/RIDEAPS).

Il Segretario generale della RIDE Enrico Molinaro ha coordinato il dibattito tra Angelo Riccaboni, Presidente della Fondazione PRIMA e Giuseppe Provenzano, Advisor on Research and Innovation presso l’Unione per il Mediterraneo (UpM), con l’attiva partecipazione delle due stagiste della RIDE Greta Spreafico, Coordinatrice dell’iniziativa Ponza Prima-Med 2021, e della Editor Aglaia Gallo.

Anche in risposta agli stimoli ed alle preoccupazioni espressi dalle due giovani partecipanti al dibattito, i rappresentanti delle due istituzioni euro-mediterranee hanno esplicitamente confermato il rispettivo sostegno alla proposta RIDE di creare un Centro euro-mediterraneo di alta formazione sulla sostenibilità nell’arcipelago dove ottant’anni fa Altiero Spinelli lanciò l’idea di Europa libera ed unita.
Nell’ambito dell’iniziativa annuale inter-istituzionale euro-mediterranea Ponza Prima-Med 2021, la RIDE si propone di trasformare Villa delle Tortore, ubicata sull’isola di Ponza, in un Centro per l’alta formazione e l’innovazione sulla sostenibilità (economia circolare, cambiamento climatico, sicurezza alimentare e Cucina Identitaria) e la science diplomacy, affinché tutto l’Arcipelago Pontino possa diventare un polo culturale ed innovativo dell’area euro-mediterranea.

Ponza Prima-Med è un’iniziativa nata dall’idea dell’Associazione Prospettive Mediterranee per incentivare lo sviluppo sostenibile nell’area euro-mediterranea. Come le prime due edizioni annuali dell’iniziativa – la prima il 23 settembre 2019 e la seconda il 13-14 settembre 2020, in occasione delle celebrazioni per il 25° anniversario della Dichiarazione di Barcellona – anche la terza edizione, programmata per il 3-5 settembre 2021, avrà luogo sull’Isola di Ponza, ove Altiero Spinelli fu confinato con Pertini, Nenni e Terracini (1937-1939), poi deportato sulla vicina isola di Ventotene (1939-1943) dove ottanta anni fa scrisse il Manifesto “Per un’Europa libera e unita”, meglio conosciuto come Manifesto di Ventotene.

Rossana Gentile

Communication Coordinator

Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo (RIDE-APS),
Capofila della Fondazione Anna Lindh (ALF) in Italia

website: http://ride.mediper.eu/
FB: https://m.facebook.com/RIDEAPS/?ref=bookmarks
Via Ficùlnea 26, Roma, 00137

Devi essere collegato per poter inserire un commento.