Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Una foto racconta (15). Una giornata piovosa

di Sandro Russo

.

Ieri dalla parti mie è stata una giornale piovosa.
Camino acceso e gatti dentro casa, che non c’era verso di farli uscire.
Quel tipo di giornate.
Ma alcune cose, fuori, bisogna pur farle…

Uscendo dal casale sono stato attratto dalle piccole gocce di pioggia appese quasi con regolarità lungo i fusticini della ginestra (Spartium junceum).
Avvicinandomi di più le gocce erano evidenti solo contro uno sfondo più scuro, che poi era quello di un grosso ficodindia (d’importazione ponzese).

Mancava però alla foto il contesto: l’ambiente agreste, stradine e vigne tutt’intorno. E la linea dell’orizzonte con qualche casa sparsa; il paese (Lanuvio) è ancora più a sinistra, in parte coperto dal ficodindia. Compare un tronco tagliato, dietro la ginestra.

Questo spinge alla necessità di una terza foto, che spieghi tutto.
Si tratta dell’angolo del casale che fino alla scorsa estate era sovrastato da un enorme pino – centovent’anni circa, davvero troppi per un pino; dopo varie consulenze e molto a malincuore la vicina, proprietaria del terreno, l’ha dovuto far abbattere.
Ma ne è restato un buco incolmabile, in quell’angolo e nel cuore. Del vecchio tronco tagliato a meno di un metro da terra è restato solo uno spunzone, ma già comincia a perdere la corteccia.
Tutt’intorno ci sono dei cuscini di oxalis (la foto a fondo pagina, per capirci, ma non sono ancora fiorite) che hanno stabilito una particolare simbiosi con delle piante di belle di notte (Mirabilis jalapa). Nello stesso spazio, ma in tempi diversi – inizio primavera e a seguire le oxalis; per tutta l’estate fino all’autunno, le belle di notte – coesistono entrambe: più superficiali le oxalis, con dei tuberi profondi le altre; le loro vegetazioni e fioriture si succedono senza darsi fastidio. E’ stata una scoperta occasionale, fatta “in proprio”; non l’ho mai vista descritta o pubblicata.

Oxalis articulata, a fiori rosa, diversi dalla più comune (infestante) oxalis pes-caprae, dai fiori gialli

***

Nota della Redazione: Una foto può essere un contenitore di ricordi, emozioni, momenti di vita.
Ne hai, da condividere con noi? Per come fare leggi “Raccontalo con una foto

Devi essere collegato per poter inserire un commento.