Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-05 foto-02 scotti-e-bis 114 la-spiaggia Spugne e astroides si contengono lo spazio

Incontro con la Pro Loco, l’intervento del sindaco

a cura della Redazione

.

Riceviamo dal Comune la richiesta di pubblicare la seguente comunicazione.

Intervento del sindaco durante l’incontro con la Pro Loco del 25 gennaio

In merito all’incontro in parola, è uscita una ricostruzione maneggiata e parziale, tipicamente figlia di una politica da cortile, a cui non siamo avvezzi e che respingiamo.
Vigorelli, noto per il “rispetto” che ha per le persone e per la sua “eleganza” espressiva senza pari, si è prodigato in una delle sue “fatiche”, puntellate come sempre, da apprezzamenti tesi ad infangare l’immagine e la dignità del Sindaco, distorcendo il suo intervento.
Siamo abituati alle incursioni di Vigorelli, tormentato dall’aver perso brutalmente le elezioni, al punto che il suo unico scopo sembra sia quello di riversare lordure, sempre e comunque, sulle persone, nelle varie circostanze a lui invise, con una noncuranza  ossessiva che desta non poche perplessità.

L’incontro in parola è stato concordato tra il Sindaco e l’esponente della Pro-loco Tommaso Andreozzi, con l’intenzione comune di sviluppare sinergie utili per consentire una migliore organizzazione della prossima stagione estiva, attraverso un confronto pubblico improntato alla collaborazione, alla costruttività, con spirito organizzativo e in un’ottica di cittadinanza attiva.
Ma veniamo all’intervento del Sindaco!
Egli ha esordito mettendo in evidenza l’esperienza della scorsa stagione estiva 2020 quando con l’avvento della terza fase della pandemia da Covid 19, che aveva abolito alcuni divieti lasciando alla responsabilità individuale l’onere di affrontare quel periodo di emergenza, ciò che fino a qualche settimana prima non era prevedibile, si rivelò, al contrario, un evento di straordinario afflusso turistico.
Una situazione, cioè, che ha visto l’isola riempirsi di turisti come non mai, in maniera del tutto inaspettata, facendo ciò presumere che tale situazione si possa ripetere anche la prossima estate.
Occorre, quindi, di conseguenza, ben prepararsi, pensando positivo, anche se non va sottovalutato il convitato di pietra rappresentato dalla pandemia da Covid 19, rispetto alla quale le norme per contrastarla potrebbero indurre all’annullamento o alla rimodulazione degli interventi programmati.
Seguendo la scaletta proposta, il Sindaco ha iniziato a parlare dei collegamenti marittimi.
Circa la previsione del nuovo contratto di servizio da sottoscrivere il 2023, alla scadenza di quello corrente, atteso che il soggetto competente a firmarlo è la Regione Lazio, il Sindaco ha messo in risalto come sia del tutto evidente che spetterà alla prossima amministrazione dare gli indirizzi alla stessa Regione circa gli elementi da immettere nel suo articolato.

Ciò non impedirà – ha continuato – a noi di lasciare alla prossima amministrazione delle indicazioni che potremmo formulare di concerto con il Comune di Ventotene ed un comitato di esperti locali, previo un passaggio finale in consiglio comunale, sulla scorta delle esigenze rilevate dall’esperienza vera, quella sul campo, e non di chi sta dietro ad un tavolino a Roma, che della vita delle isole non sa quasi niente; quindi, tutta la nostra disponibilità al riguardo anche perché questo concetto fu già da me espresso, insieme al compianto amico Tricoli, quando si trattò di redigere il contratto corrente ma non se ne fece niente (l’amministrazione dell’epoca era quella di Vigorelli).
Venendo al presente, il Sindaco ha precisato che in relazione al vigente contratto e nei limiti dello stesso, per la prossima stagione estiva verrà chiesta la riconferma degli stessi itinerari/orari dello scorso anno, visto che sono stati generalmente ritenuti soddisfacenti, nonché la loro pubblicazione a breve.
In più, però, come sempre, sarà chiesto l’anticipo della corsa Anzio-Ponza e viceversa dal 1 al 15 giugno ed il posticipo della stessa dal 15 al 30 settembre, considerato che detta linea è quella che produce il maggior traffico turistico.
Poiché ci si aspetta il solito diniego da parte della Regione con la motivazione che l’ipotesi non è prevista dal contratto e non ci sono disponibilità finanziarie atte ad un protocollo aggiuntivo, il Sindaco ha riferito che si sta verificando la possibilità di fare una procedura ad evidenza pubblica per l’affidamento del collegamento marittimo Anzio – Ponza e viceversa nei periodi prima indicati trovando la copertura finanziaria con l’aumento del contributo di sbarco di un euro.
(Al riguardo, si è subito affrettato ad intervenire Vigorelli che fedele alla sua missione di sfasciacarrozze, ironizzando a sproposito sulla smemoratezza del Sindaco, ha sostenuto che il contributo di sbarco non si può aumentare perché esso è già fissato a euro 2,50, limite massimo che la legge, a suo dire, non consente di oltrepassare. Inoltre ha sostenuto che la legge non prevede che detto contributo si possa utilizzare per il trasporto marittimo.
Orbene, leggendo la legge si rinviene testualmente che i Comuni… “possono altresì prevedere un aumento del contributo fino ad un massimo di euro 5 in relazione a determinati periodi di tempo”… ed inoltre che… “Il gettito del contributo è destinato a finanziare interventi di raccolta e di smaltimento dei rifiuti, gli interventi di recupero e salvaguardia ambientale nonché interventi in materia di turismo, cultura, polizia locale e mobilita’ nelle isole minori”… il che testimonia, se ancora ce ne fosse bisogno, a quali clamorose balle il Vigorelli sottopone i suoi ascoltatori e/o lettori.)
Inoltre, – ha affermato il Sindaco – continueremo a batterci affinché la Laziomar attui la bigliettazione on line applicando il QR Code di guisa che il passeggero possa recarsi direttamente all’imbarco ed evitare le file alla biglietteria e ciò anche in ossequio alla necessità di evitare assembramenti che favoriscano il contagio da Covid 19; da qui all’estate c’è tutto il tempo per organizzare questa modalità e dovranno farlo.
Passando al decoro urbano, il Sindaco ha assicurato che si procederà all’assunzione dei relativi operai addetti nel termine massimo del 1° aprile, per sei mesi e nel numero consentito in base alle disponibilità finanziarie comunali.

Questi operai verranno impiegati per la manutenzione degli arredi urbani, biancheggiamento di muretti, strade, scale, cura del verde, pulizia delle spiagge, taglio delle erbe invadenti le carreggiate, ecc.
Stiamo per acquistare – ha proseguito il Sindaco – un congruo numero di oggetti di arredo urbano, quali cestelli n.u, gettacarte, attrezzature per la raccolta delle cicche, attrezzature per il deposito delle deiezioni canine, panchine, sedili, ecc. in modo che si possa sostituire ciò che si è deteriorato e dotare di tali arredi anche altri luoghi sprovvisti.
Per quanto riguarda il fenomeno dei cosiddetti “pariolini”, intendendo con tale termine tutti quei giovani, molti dei quali minorenni, che da varie parti d’Italia prediligono venire in quest’isola tradizionalmente nell’ultima decade di luglio e che particolarmente nelle ore notturne, danno luogo a fenomeni di assembramento, movida, molestie, schiamazzi, spesso con condotte aggressive e offensive che provocano danni  a persone e cose, il Sindaco ha indicato tre linee su cui muoversi:

  • Sensibilizzare tutti coloro che praticano l’attività ricettiva con la raccomandazione di prestare la massima attenzione a chi danno in affitto le camere e nel caso dei minorenni che spesso, più degli altri, sono causa di disordini, pretendere la presenza dei genitori o di chi per essi;
  • La collaborazione da parte degli esercenti dei locali notturni atta ad evitare gli assembramenti dinnanzi ai propri locali;
  • L’impiego di un maggior numero di forze di polizia per il controllo del territorio; per questo ha in animo di chiedere al Prefetto la convocazione di un Comitato per l’ordine e sicurezza pubblica ad hoc per un’analisi della situazione e affinché si provveda in merito, atteso che le forze inviate lo scorso anno si sono rivelate insufficienti.

Il Sindaco ha poi rivelato che le cisterne romane lo scorso anno sono rimaste chiuse perché la messa in smart working a causa del covid 19 dell’allora responsabile del servizio lavori pubblici ha praticamente determinato un certo rallentamento di tutta la complessa attività del settore, compresa, quindi, quella della sistemazione delle cisterne suddette ma anche perché le norme anticovid comunque prevedevano limitazioni per i siti archeologici.
Quest’anno non sarà così e salvo impedimenti derivanti da norme anticovid, le cisterne romane saranno aperte perché ci si sta adoperando fin d’ora per la loro sistemazione con l’apposizione di una nuova scala alla cisterna della Dragonara nonché la manutenzione degli impianti elettrici di ambedue.
Inoltre, è stato predisposto il calendario degli eventi per i mesi di giugno e luglio,  con la partecipazione al bando regionale “Borghi in festival”, il quale prevede 25 eventi di intrattenimento, teatrali, cinema, mostre, workshop, ecc. da parte delle associazioni culturali: “Top spin” di Francesco Cordella, “Ri – Gimnasium” di Luca Calselli e “Onde Road” di Antonello Aprea, le quali hanno risposto ad una apposita manifestazione di interesse predisposta e pubblicata allo scopo dall’amministrazione.
A ciò, si aggiungeranno il “Festival cinematografico dei corti d’autore” nonché la manifestazione “Alla scoperta di EEA” che si terrà a settembre con la partecipazione della scuola.
E’ in corso di predisposizione da parte dell’Assessore alla Cultura di concerto con il Delegato al Turismo il calendario degli eventi del mese di agosto.

Passando, infine, a trattare l’ordinanza del traffico estivo, il Sindaco ha annunciato non esserci nessuna preclusione ad eventuali incontri con i rappresentanti della Pro Loco e dell’Associazione dei commercianti per avere dei suggerimenti, lasciando la parola sull’argomento all’Assessore alla Viabilità e Trasporti, Gianluca De Martino, presente all’incontro.
Il predetto Assessore ha informato che sta predisponendo il PUT (piano urbanistico del traffico) quale condizione necessaria ed indispensabile per istituire la ZTL (zona a traffico limitato).
Inoltre, su specifica domanda del Consigliere di minoranza Vigorelli, ha riferito che circa l’opportunità di vietare l’accesso nell’isola ai veicoli durante il prossimo periodo estivo, si sta valutando la questione in relazione alle norme anti covid che limitando il numero dei passeggeri sui mezzi pubblici, riducono la mobilità degli stessi e creano assembramenti alle fermate.

Quest’anno, lasciare l’accesso nell’isola ai turisti con il veicolo al seguito potrebbe in qualche modo sopperire al deficit dei posti sui mezzi pubblici e favorire la mobilità delle persone con conseguente minore pericolo di assembramento.
Comunque, l’Assessore De Martino si è ripromesso di affrontare il predetto problema con una riflessione da fare insieme alle associazioni turistiche e commerciali locali.

Al termine della sua esposizione, il Sindaco ha chiesto ai rappresentanti della Pro Loco quali iniziative intendono intraprendere per la prossima estate, a partire dall’apertura dell’ufficio informazioni turistiche, al fine di concordare le opportune integrazioni con il programma comunale.

 

Devi essere collegato per poter inserire un commento.