Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

p18-1-di-4 k2-17 ss05 8 Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato index

Giornate Fai d’autunno a Sermoneta

di Luisa Guarino


.

Verrà replicato domenica 25 ottobre a Sermoneta l’appuntamento con le Giornate Fai d’Autunno, che propongono in tutt’Italia mille aperture in quattrocento città: si tratta di una felicissima replica dopo il successo di domenica scorsa, confidando nella clemenza del meteo.

Il sindaco  Giuseppina Giovannoli e Gilda Iadicicco, capo Delegazione Fai

Per l’occasione la Delegazione di Latina, che a meno di un anno dalla nascita partecipa al primo grande evento nazionale del Fondo Ambiente Italiano, con a capo Gilda Iadicicco, propone un eccezionale programma di aperture al pubblico con sei siti che si trovano nel centro storico della “Città d’arte” e appena al di fuori delle sue mura che solitamente non sono visitabili: il tutto naturalmente in totale sicurezza e rispetto della normativa anticovid, con presenze limitate. Per questa straordinaria circostanza gli studenti apprendisti Ciceroni dei licei “Dante Alighieri” e “Alessandro Manzoni” di Latina, dell’Antonio Meucci” di Aprilia e del “Leonardo da Vinci” di Terracina accompagneranno i visitatori in un percorso indietro nel tempo.

Si comincia con l’apertura straordinaria della sinagoga, una casa torre risalente al XIII secolo che testimonia la presenza di comunità ebraiche fino al 1500, accessibile solo agli iscritti Fai. La sinagoga è un bene privato di proprietà del Maestro Gabriele Ferro, direttore d’orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, che il capo Delegazione, Iadicicco, e il sindaco di Sermoneta, Giuseppina Giovannoli, ringraziano per la disponibilità. Gli altri siti aperti per l’occasione sono: il convento di San Francesco, con una monumentale “Ultima cena” attribuita a Livio Agresti; la chiesa e la cripta di San Michele Arcangelo, con una teoria di Santi e una Crocifissione dai colori tuttora vivissimi; il Museo Diocesano e la cattedrale di Santa Maria Assunta, con l’ex oratorio dei Battenti che ospita dipinti che ne ricoprono interamente la superficie; il Museo Civico, con una sorprendente sezione archeologica aperta da poco dedicata al sito preistorico di Caracupa. Entrambe le Giornate Fai d’Autunno di Sermoneta hanno il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Il Fai ringrazia la Protezione civile che garantisce un prezioso supporto agli apprendisti Ciceroni, nonché i volontari della Delegazione di Latina, in questo particolare periodo di emergenza sanitaria. Anche domenica 25 ottobre, così come è accaduto il 18, le visite si effettueranno dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18, in gruppi scaglionati secondo le indicazioni dei volontari, con prenotazione obbligatoria su www.giornatefai.it. Gli organizzatori consigliano di verificare su questo stesso sito i luoghi aperti ed eventuali variazioni di programma in caso di avverse condizioni meteo.



L’edizione 2020 delle Giornate d’Autunno Fai è dedicata a Giulia Maria Crespi, scomparsa lo scorso mese di luglio a 97 anni, fondatrice del Fondo Ambiente Italia. L’iniziativa permette ancora una volta di conoscere da vicino storiche dimore signorili, castelli, giardini, sedi istituzionali, chiese, conventi, borghi storici, collezioni private, parchi, luoghi di produzione e commercio riservati di solito agli addetti ai lavori. “Prendere parte a queste Giornate – sottolineano dal Fai – vuol dire non solo godere della bellezza che pervade ogni angolo del nostro Paese e ‘toccare con mano’ ciò che la Fondazione fa per la sua tutela e valorizzazione: vuol dire soprattutto sostenere la missione del Fai in un momento particolarmente delicato”.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.