Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0012-012 i-35 u-05 lamonica-01 corrida8 sl372210

Terzo parere sul Referendum

di Biagio Vitiello

.

Vorrei esprimere il mio modestissimo parere su questo referendum.
IO NON VOTO, e la mia motivazione è che NON CAMBIERÀ NULLA (e i politici lo sanno benissimo), indipendentemente che vinca il SI o il NO. Questo lo hanno già dimostrato col voto del referendum sull’acqua, in cui la volontà popolare non venne minimamente presa in considerazione.
Poi, cosa molto grave è che con questa tornata elettorale si rischia molto la salute, a causa della recrudescenza del Covid-19, per cui si poteva rimandare ancora la consultazione.

3 commenti per Terzo parere sul Referendum

  • arturogallia

    È vero, in una situazione simile avrebbero potuto posticipare il Referendum (sebbene sia necessario procedere per le elezioni comunali, già posticipate). Tuttavia, non andare a votare, diritto e dovere acquisiti faticosamente nel tempo, vuol dire svilire la democrazia e le istituzioni che ci rappresentano. Solo esercitando il voto, si ha poi il diritto di poter dire la propria sulle decisioni politiche. Altrimenti, tacete.

  • Biagio Vitiello

    Siamo in democrazia, per cui siamo liberi di esprimere ognuno il proprio pensiero. “Altrimenti, tacete” mi ricorda tanto il tempo del fascismo

    • arturogallia

      E invece no, è proprio questo il punto. La democrazia si fonda sulla partecipazione popolare che avviene tramite il voto e i rappresentanti eletti dal popolo. Se non si esercita il diritto di voto, non si riconosce la democrazia e a quel punto “non si ha diritto” di entrare nel dibattito politico.
      Facile accusare se non si prendono responsabilità. E invece la democrazia si distingue dal fascismo -ma forse ce ne dimentichiamo troppo facilmente- proprio perché attraverso le istituzioni e le elezioni tutti i cittadini hanno diritto di parola.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.