Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

e-11 v4-4 25 77 8 sl372267

Ponza su Repubblica Album. Speciale Turismo

segnalato dalla Redazione

.

Sull’allegato a Repubblica di ieri 14 luglio: “Vacanze romane a due passi da casa” questo articolo di Clemente Pistilli (la foto nell’articolo attribuita a Ponza, in realtà mostra Palmarola, Punta Vardella e lo scoglio Suvace)

Fuga senza andare lontano. Relax nell’isola della Luna
di Clemente Pistilli

Raggiungibile come sempre con aliscafi e motonavi veloci da Anzio, San Felice Circeo, Terracina e Formia si propone come meta senza caos

Selvaggia, affascinante e romantica. Quest’anno Ponza è soprattutto una meta per coppie in cerca di relax e intimità. Niente movida e spazi ancor più ridotti a causa dell’emergenza coronavirus. Raggiungibile come sempre con aliscafi e motonavi veloci da Anzio, San Felice Circeo, Terracina e Formia, principale dell’arcipelago delle pontine ha una disponibilità di circa 700 posti letto negli alberghi e soprattutto di circa 3000 posti nelle case che d’estate vengono affittate dai pescatori. Con un comodo servizio gestito dalla Cooperativa Barcaioli, dal porto si può raggiungere la spiaggia di Frontone, oppure approfittare delle offerte dei noleggiatori di barche per cercare una cala tranquilla dove fare bagni di sole e di mare in intimità.
Dal porto borbonico è inoltre possibile dirigersi a Zannone o a Palmarola, le isole disabitate. Immancabile anche il periplo di Ponza, ammirando le danze dei delfini e beni archeologici come le grotte di Pilato, utilizzate dai romani come murenai.

La Nautica Ciccio Nero, che gestisce uno dei pontili dove ormeggiare gli yacht e che noleggia barche, quest’anno sul nolo offre anche un 20% di sconto a quanti negli ospedali hanno lottato contro il Covid. «C’è un turismo di maggiore qualità», afferma sicuro Francesco Silvestri, alla guida dell’intramontabile hotel e ristorante Gennarino a Mare.
Sull’isola lunata tante le bellezze da ammirare sopra ma anche sotto la superficie del mare. E non è solo un’esperienza per esperti. «Da noi si può prendere il brevetto in una settimana, l’acqua estremamente limpida di Ponza è l’ideale per i sub», assicura Andrea  Donati del Ponza Diving Center. Indimenticabile del resto un’immersione come quella per ammirare il relitto eccezionalmente intatto della nave da guerra Landing Ship Tank, su un fondale a 25 metri di profondità, con le stive ancora piene di scarponi e divise. Ponza infine è un’occasione anche per deliziare il palato, tra linguine all’aragosta e coniglio alla ponzese.

Con la frizzante novità quest’anno di OreRock, chiosco sulla spiaggia realizzato a Santa Maria dal noto chef Oreste Romagnolo e caratterizzato dai tanti materiali raccolti sull’arenile e trasformati in arredi. Qualche consiglio dallo chef? «Sicuramente gli spaghettoni con gamberi crudi ed emulsione di teste di gamberi, la zuppa di ricci e la patata liquida, servita con gamberi crudi e caviale». Sapori che valgono un viaggio.

Cliccare per ingrandire

Devi essere collegato per poter inserire un commento.