Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-12 i-19 u-09 vb-24a l-06 lamonica-03

Le tegole di San Silverio

di Rosanna Conte

Di San Silverio sappiamo che ci sono statuine di tutti i tipi, immaginette, dipinti su tela o su legno e stampe, ma non avrei mai pensato di trovare anche delle tegole con l’immagine del nostro santo patrono che ne occupa tutta la superficie.

Me ne sono accorta guardando alcune foto scattate giorno 20 durante le celebrazioni sacre, mentre il vescovo in persona le benedice.

Pare che siano un dono per il nostro santo da parte di Chiara De Gol, una giovane artista di Latina esperta di grafica e marketing per siti web, con un bel curriculum da assistente alle attività di produzione di cinema e di audiovisivi in genere. Viste le condizioni anomale in cui avveniva la festa di San Silverio, ha pensato di offrire un arricchimento con le sue tegole senza pensare minimamente che don Ramon le avrebbe fatte benedire durante la cerimonia.

Incuriosita l’ho contattata attraverso i social.

Chiara ama Ponza ed ha iniziato a dipingere tegole proprio con i paesaggi ponzesi trasformandole in piacevoli quadretti. Qui ne possiamo vedere qualcuno, ma su Instagram ce ne sono molti.

Il suo legame con Ponza è anche determinato dalle origini ponzesi del suo ragazzo. Andrea Conte trascorre, fin da quando era ragazzino, le sue estati sui pontili ponzesi, dove ha sempre dimostrato serietà nell’impegno e amore per le barche. D’inverno poi studia.

Chiara è rimasta affascinata da lui e dall’isola che glielo strappa ogni estate.

Dipingerne le cale, gli scogli, gli anfratti è stato inizialmente un modo per rimanere legata a lui, ma adesso è la sua vena ispiratrice. Ha pensato per la prima volta a dipingere San Silverio sulla tegola per farne un omaggio ai genitori di Andrea, naturalmente devoti del Santo e contentissimi di avere in casa una sua riproduzione così originale.

Ci fa piacere: l’animo ponzese, quello profondo e sincero che, in qualsiasi parte del mondo si trovi, ha come faro la fede in San Silverio, quando è ben coltivato, può dilagare come la pandemia, contagiando chi entra in contatto con lui.

Ciao, Chiara, ci farà piacere incontrarti per le strade di Ponza!

1 commento per Le tegole di San Silverio

  • Emilio Iodice

    I miei complimenti Rosanna. Da ragazzo, cresciuto nella piccola Ponza nel Bronx, ricordo un mosaico di San Silverio nella chiesa della Madonna della Pietà. Dipinti, piccole e grandi immagini di San Silverio erano ovunque c’era una casa di Ponzese. Ricordo dipinti su bottiglie del nostro santo patrono e ovviamente immagini su magliette. Adesso, anche su una tegola. L’immaginazione del popolo di Ponza è ricca e genuina.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.