Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

l-06_0 bp f8-18a v2-21 v4-8 v3-12a

Ancora su La Galite, un’idea per il prossimo futuro

di Silverio Lamonica

 

Il Dr Biagio Vitiello ha inviato alla redazione di La Tòfa della Domenica, settimanale che si pubblica a Torre del Greco, la storia di La Galite, scritta da suo cugino Achille che ora vive in Francia.

La storia, tradotta in lingua italiana,  è stata pubblicata anche su quella interessante rivista perché “ … sono le memorie di un nostro concittadino e… i fatti narrati sono avvincenti, affascinanti, genuini e oltre a nomi di protagonisti, chiaramente di origine torrese, si intrecciano con tanta storia della nostra Città”.  Così recita la presentazione a cura dei redattori.

Il Dr Biagio Vitiello, assiduo lettore di quel periodico, non ha affatto dimenticato le sue radici torresi, così come quei redattori cercano di valorizzare non solo la vita di quella attraente cittadina rivierasca, ma intendono rinsaldare i legami con tutti i torresi sparsi nel mondo. Come del resto accade con il nostro “Ponza Racconta”.

C’è una data precisa che dà luogo alla venuta dei coloni di Torre del Greco all’isola di Ponza, 20 febbraio 1772: Il Ministro Tanucci firma il dispaccio con cui Re Ferdinando invia altri coloni di Torre del Greco a Le Forna. Com’è riportato anche nel Calendario Storico di questo sito.

https://www.ponzaracconta.it/2012/03/01/altre-date-per-il-calendario-storico-mese-di-febbraio/

1772 – 2022  Tra due anni ricorrerà  il 250° anniversario dell’insediamento a Le Forna dei coloni di Torre del Greco:  Aprea, Balzano, Cristo, Feola, Iodice, Rivieccio, Romano, Sandolo, Spigno, Vitiello… e altri ancora, riportati dal Tricoli ed ora sparsi un po’ dappertutto.

Tra due anni, si spera,  ci saremo finalmente e definitivamente liberati di questo scellerato virus e si potrà  celebrare in modo degno un tale avvenimento. Intanto cominciamo a pensare a qualcosa, coinvolgendo in questo percorso – spero felice – i cari amici torresi di La Tòfa della Domenica ed a seguire le Amministrazioni, le scuole, le associazioni dei due Comuni e i concittadini fornesi sparsi nel  mondo.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.