Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0007-007 scotti-a-bis 57 claudio-lippi-e-adele-di-benedetto sl372216 sl372267

Ulissea, il corto ponzese premiato come migliore produzione

di Luisa Guarino

.

Non si può immaginare un’ambientazione più perfetta dell’isola di Ponza come sfondo all’avventuroso viaggio dell’eroe greco Ulisse, protagonista del cortometraggio per la scuola che ha vinto come Migliore Produzione la V edizione del Fecea, “Festival de cinema escolar Alvorada” che si svolge in Brasile.
Il prestigioso riconoscimento si riferisce all’anno scolastico 2018/2019. Il progetto fa parte dell’iniziativa “Cinema tra i banchi” dell’Associazione Lost in Babylon, ed è curato da Maria Chiara Giordano e Daniele Di Sturco, videomaker. Nel corto si narra il viaggio di Ulisse partendo dai banchi di scuola alle bellezze dell’isola di Ponza.

Il progetto cinematografico è stato realizzato in collaborazione con il prof. Federico Pinto e gli studenti della III A dell’Istituto Comprensivo “Carlo Pisacane” di Ponza (Latina).
Durante una lezione un po’ pesante in cui il professore legge in classe una pagina dell’Iliade in lingua greca antica, un giovane studente si perde a fantasticare, e intraprende l’avventuroso viaggio dell’eroe Ulisse. Le meravigliose location dell’isola di Ponza e i suoi compagni di classe si trasformano nei personaggi dell’Odissea, e le figure femminili di Penelope, Calipso, Circe e Nausicaa guidano le avventure del nostro giovane Ulisse nel corso della sua fantasiosa “Ulissea”.

Seguiamo il giovanissimo Ulisse nelle sue vicissitudini e nei suoi incontri, che scandiscono perfettamente il ritmi della narrazione omerica: i paesaggi, gli scogli, le spiagge, il mare, insomma gli scorci più suggestivi e affascinanti di Ponza rappresentano il tessuto di sogno su cui le azioni si snodano.
Ma il risveglio è brusco: il prof si accorge che nel suo banco “Ulisse” si è come assopito per realizzare il suo viaggio, lo richiama e lo manda fuori dalla classe…. Questione di un attimo, il giovane studente si catapulta di nuovo nel suo mondo irreale-reale, perfetto nella sua tunica dell’epoca: corre all’aperto e il suo viaggio ricomincia.

Ma conosciamo da vicino i protagonisti di questo bellissimo lavoro:
Silverio Porzio (Ulisse), Maria Vitiello (Penelope), Sofia Spigno (serva di Penelope), Flavia Iodice (Calipso), Antonio Di Meglio (Polifemo), Giorgia Cristo (sirena), Marisa Conte (sirena), Wela Dejebali (Circe), Maria Romano (Nausicaa), Giovanna Scotti (dama di Nausicaa), Viola Alaimo (dama di Nausicaa), Livio Zuddas, Mariano Pacifico, Giuseppe Scotti, Antonio Di Meglio (compagni di Ulisse), Peter Alt (professore), Federico Pinto (Alcinoo); gli studenti della II A Istituto Comprensivo Carlo Pisacane, scuola secondaria di I grado di Ponza.
Regia Daniele Di Sturco; soggetto e sceneggiatura Federico Pinto; montaggio Maria Chiara Giordano, Daniele Di Sturco; riprese video Daniele Di Sturco, Peter Alt.

Musiche: www.bensound.com; PC III – Ancient Whispers I; Karstenholymoly – Sappho; Scott Holmes – Epic Cinematic.
Costumi: studenti II A.
Location: Plesso scolastico della Cavatella, Cala Feola, Cisterna romana del Corridoio, Forte Papa, Cala Felce, Cala dell’Acqua, ristorante La Marina.
Ringraziamenti: Pro Loco di Ponza, Aniello “La Bestia”, i genitori degli studenti, Comune di Ponza, i ragazzi de ‘La casa sull’albero’.

.

Per vedere il corto (12′ 22”) cliccare qui su: Ulissea

3 commenti per Ulissea, il corto ponzese premiato come migliore produzione

  • silverio lamonica1

    I docenti di qualità rendono la scuola di qualità. E l’ I. C. Pisacane Ponza, ancora una volta, ha dimostrato di essere una “Scuola di Qualità”. Complimenti ai ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado, al Prof. Pinto, al Dr Peter Alt e a quanti hanno contribuito per l’ottima riuscita della brillante iniziativa.
    Dopo questo successo, sarebbe molto bello e interessante che questi nostri bravi alunni e studenti dell’ I. C. Carlo Pisacane Ponza, pubblicassero su questo sito i loro scritti ed elaborati. Mi permetto di suggerire un tema: ” LA MIA ISOLA ” che potrebbe essere espresso in varie forme: prosa, poesia, disegno, fotografia e altra tecnica espressiva.
    Logicamente con l’autorizzazione della Dirigente Scolastica, dei Docenti, delle famiglie e, naturalmente, della Redazione di Ponza Racconta.
    Magari seguiranno anche premi da parte dei redattori, collaboratori e lettori di questo sito e, perché no, da parte dell’Amm.ne Comunale, Pro Loco e altre organizzazioni ed enti che operano a Ponza…
    A tutti un cordiale “in bocca al lupo”.

  • Enzo Di Fazio

    Parlo a mio nome ma sono certo di interpretare il pensiero di tutta la Redazione.
    Non possiamo che essere favorevoli all’idea di Silverio. Il sito si è sempre proposto per ospitare scritti, contributi, lavori di giovani ponzesi.
    Non dobbiamo dimenticare l’iniziativa Racconta Ponza a Ponzaracconta che il sito propose nei suoi primi anni di vita e che ebbe un buon successo grazie alla partecipazione di studenti delle elementari, medie e superiori. Analogo riscontro positivo non ebbe, però, una successiva iniziativa, quando nel 2017 proponemmo “Il sogno nel Cassetto”, un tentativo rivolto ai giovani di tutte le età per raccogliere poesie, racconti, scritti in dialetto. Silverio quindi sfonda una porta aperta e, dal mio punto di vista, su quello che dice si può concretamente ragionare.
    Teniamo in particolar modo ai giovani visto che soprattutto a loro appartengono l’isola e il futuro.

  • Ottimo è il filmato, si nota una regia. Attori bravi e spontanei.
    Il messaggio: la scuola è noiosa per fortuna che c’è la fantasia, il sogno, l’immaginazione che aiutano a raggiungere il mito.
    Il prof. non premia queste individuali doti dell’alunno infatti alla fine lo caccia via dall’aula.
    La scuola come si dice crea le competenze non valorizza le doti.
    Se questo è il messaggio del prof. Pinto lo trovo molto autoironico e coraggioso.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.