Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

bn2 h-28 30-07-2005-19-29-18_0002 gennaro-di-fazio ss27 peche-1973

Qualcosa si sta muovendo per Zannone

Segnalato da Biagio Vitiello

.

Chiedo la cortesia di pubblicare questo testo e la relativa Delibera di Giunta sul sito Ponzaracconta.
B.V.

Spigolando sul sito del Comune, sono venuto a conoscenza che la Giunta Comunale ha nominato una commissione per addivenire alla risoluzione del contenzioso che si è venuto a creare tempo fa tra il Comune di Ponza e il Parco del Circeo (antefatti riassunti nel testo pdf allegato).
Sarebbe opportuno che l’assessore Mimma Califano, componente della commissione per il contenzioso suddetto, mettesse la popolazione al corrente di quanto sta avvenendo e su quali sono i nodi del problema.
Faccio presente che Zannone è un tema molto importante per tutti i cittadini “residenti ponzesi”, per cui bisogna fare “le cose alla luce del sole”. Viceversa, in mancanza di notizie, non ha senso deplorare se qualcuno, su un problema così sentito, “ruba la scena”.

Documento in file .pdf (8 pagine): Zannone. Deliberazione di Giunta 16.04.2020. Nomina commissione

1 commento per Qualcosa si sta muovendo per Zannone

  • Enzo Di Fazio

    Le delibere comunali, come quelle regionali o di altre istituzioni, spesso sono molto lunghe, il che induce la maggior parte delle persone a non leggerle o a leggerle di fretta. E la lunghezza, oltre a respingerne la lettura spesso ne pregiudica anche la chiarezza. E’ il caso della deliberazione della Giunta del 16 aprile 2020
    L’oggetto è la nomina dei componenti della commissione deputata a rappresentare e tutelare il Comune nel contenzioso aperto con il Parco Nazionale del Circeo. Questo è chiaro.
    Non è tanto chiara, invece, una parte della lunga premessa là dove si parla del territorio dell’isola di Zannone e della casa di caccia.
    Orbene sappiamo che il 5/9/19 il legale del Comune, avv. Mignano, ha richiesto all’Ente la “immediata restituzione del territorio dell’isola di Zannone e degli immobili presenti sul medesimo” (in altri termini tutto). Sappiamo che in data 14/12/19 l’Ente ha fornito riscontro con una nota avente per oggetto “immobili presenti nell’isola di Zannone” (quindi non il territorio dell’isola) evidenziando di non esercitare alcuna forma di detenzione del bene. Il che ha significato per il Comune il ritorno della casa di caccia nella sua piena disponibilità.
    L’Ente si esprime solo in merito al possesso della casa di caccia.
    Si ritiene che nulla abbia detto in merito alla restituzione dell’isola di Zannone, né pensiamo avrebbe potuto farlo considerato l’iter particolare che bisogna seguire per portare l’isola fuori dal Parco.
    Se ciò è vero non appare esatto quanto scritto nella delibera (ultimo capoverso della pag.4) là dove si parla di definitiva acquisizione del possesso del territorio dell’isola di Zannone e degli immobili appartenenti al demanio civico già detenuti dall’Ente Parco….(si badi bene si citano il territorio dell’isola e gli immobili)
    Chi legge intende che tutta Zannone è tornata nella piena disponibilità del comune di Ponza. E’ proprio così?

Devi essere collegato per poter inserire un commento.