Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0040-040 h-27 i-23 s0-30 ss06 86

Sono un refolo senza vigore

di Francesco De Luca

.

E’ vierno e nun fa friddo.
I gghiurnate passano come l’acqua p’i grariate.
Tanta viecchie attorno, poca uagliunera
e ch’ella ca passa  è ’ndaffarata.
Nesciuno ioche p’i vvie.

Mi ero rintanato in un anfratto e pensavo di svernare lì ma l’isola già presenta i segni di una primavera in anticipo. Davvero c’è da rimanere stupiti dai colori rosa che sul far del mattino profilano la nostra isola nel mare innaturalmente calmo. Calmo come l’andare della vita sociale.

Senza i rintocchi dell’orologio in piazzetta il mattino non mostrerebbe vivacità.
Del nuovo assetto del Porto se ne parla come se la cosa non dovesse cambiare la vita giornaliera dei ponzesi. Sembra che nessuno abbia interesse ad approfondire, a chiarire, a delucidare. Chi ne parla mostra un interesse privato.
E’ privato perché mira a tutelare l’intoccabilità dell’esistente. E cerca appoggi, e promette appoggi ai politici. Che non fanno politica perché non chiariscono in cosa si sostanzi il bene comune.
Ma insomma quale bene porterebbe questo Nuovo Piano alla comunità?
Che ci sia si è convinti, ma in cosa si concretizzerà lo devono dire i politici.
Si tace, si parla a voce bassa, ci si guarda alle spalle.

Arrivano questi spifferi vocali nei ricetti degli spigoli. E così, stamane, nauseato dai maleodoranti aliti, ho lasciato il ricettacolo invernale e ho gareggiato in acrobazie aeree con due falchetti che sopra il cielo del Belvedere roteavano e volteggiavano.
Ho cercato di star loro dietro ma poi sono stato attirato dai lavori sulla banchina Di Fazio.
Il posizionamento del tubo della fogna è quasi terminato e il disagio per la comunità è stato limitato. Grazie alla ditta esecutrice.
Ma poi due ragazzi della Guardia Costiera coi loro giubbotti colorati mi hanno colpito perché ridevano di cuore al sole del molo Musco. Ridevano perché è terminato il loro turno di servizio settimanale, e nel pomeriggio sarebbero partiti per casa.
Ridevano di compiacimento e mi sono chiesto… ma chi ride di compiacimento a Ponza?
La domanda segnala che ho ripreso vigore.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.