Ambiente e Natura

Un’equipe di archeologi a Ponza per catalogare e inventariare le anfore romane

di Silverio Lamonica

Il 9 dicembre scorso la dottoressa Chiara Del Pino della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti, ha accompagnato a Ponza un gruppo di archeologi per procedere alla catalogazione delle anfore romane, giacenti nei locali dell’istituendo museo civico. La catalogazione è curata direttamente dalla suddetta Soprintendenza che in perfetta sinergia con il Comune di Ponza sta procedendo alla ricognizione e alla valorizzazione del notevole patrimonio archeologico isolano.

  Anfore in corso di inventario e catalogazione

Le anfore in questione risalgono al I sec. a. C. e si tratta di anfore “vinarie”. Si rimanda il lettore all’articolo: Le rotte del vino nell’antica Roma pubblicato sul sito il 21 gennaio 2014.

Questa operazione è propedeutica alla futura sistemazione dei locali civici, non ancora disponibili, perché dovranno a breve essere adeguati alle norme di sicurezza, nonché climatizzati mediante l’appalto dei lavori, per i quali esiste un finanziamento statale di circa € 900.000.

1 Comment

1 Comment

  1. Silverio Guarino

    14 Dicembre 2019 at 10:25

    Si può approfittare di questa occasione per far “inventariare” e catalogare anche tutte quelle anfore e quegli altri reperti che fanno parte del “Museo domiciliare” delle case dei ponzesi.
    Hai visto mai…

È necessario effettuare il Login per commentare: Login

Leave a Reply

To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: