Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-17 u-03 e-11 ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 ss25 71

Il Borgo vince il Palio di Sermoneta e Rai Tre immortala il Corteo storico

di Luisa Guarino

 

.
I colori issati sulla tromba dell’araldo in primo piano nel vessillo realizzato da Clementina Corbi hanno portato fortuna al Rione Borgo, che si è aggiudicato il Palio Madonna della Vittoria di Sermoneta: la gara con la corsa all’anello si è svolta sabato presso il campo sportivo dello splendido paese dei Lepini e ha visto in competizione le sue cinque ‘anime’, composte oltre che dal vincitore, da Torrenuova, Portella, Castello e Valle. Intuizione d’artista o gesto pittorico scaramantico per una abitante del Borgo stesso? Poco importa: quel che conta sono i risultati, con un grazie riconoscente ai tre cavalieri, Mario Cappelletti, Giuseppe Cappelletti, Giovanni Martufi i quali, come si dice in gergo sportivo, hanno portato a casa lo splendido risultato.
Il vessillo realizzato da Clementina Corbi
con i cavalieri Mario Cappelletti, Giuseppe Cappelletti e Giovanni Martufi
.
Domenica invece il paese è stato pacificamente e splendidamente invaso dal Corteo della Rievocazione in abiti rinascimentali: centocinquanta figuranti, oltre a rappresentanti della Federazione regionale cortei storici del Lazio, hanno sfilato per le strade del paese, tra le ali di visitatori e turisti entusiasti.
L’intera preparazione della sfilata viene realizzata tra le mura di Palazzo Caetani, in Corso Garibaldi, grazie all’instancabile organizzazione coordinata da Rita Cacciotti, dalle figlie Chiara e Sarah Velardi, dalla super-sarta storica di Sermoneta Doralda, coadiuvate da un manipolo agguerrito di volontari/professionisti intenti a curare ogni dettaglio, trucco e parrucco compresi.
Una gradevole sorpresa di quest’edizione è stata la presenza di una troupe di Rai 3, Geo e Geo, che ha seguito i diversi momenti della manifestazione con le sue telecamere.
Aspettiamo dunque fin d’ora di poter vedere quelle immagini sul piccolo schermo nei prossimi mesi. Sicuramente saremo informati per tempo, e a nostra volta informeremo i lettori di Ponzaracconta.
Come ho avuto modo di dire nei miei precedenti servizi, la Rievocazione storica legata alla ricorrenza della Madonna della Vittoria, ricorda ogni anno il ritorno del Duca Onorato IV Caetani dalla battaglia vittoriosa contro la flotta turca, avvenuta al largo di Lepanto il 7 ottobre 1571. A Sermoneta il Duca riabbraccia la moglie, contessina Agnese Colonna, i figlioletti, i dignitari di corte e tutta la popolazione del Ducato.
Tra i figuranti più fedeli, permettete il dettaglio di carattere familiare, anche quest’anno c’erano mio fratello Silverio e la moglie Annamaria, perfetti nel loro ruolo. Un esempio di come si possa rimanere affezionati “all’amato scoglio” pur avendo anche un altro “luogo del cuore”. Non che ci sia bisogno di giustificazioni, ma ricordo a chi non lo sa che la nostra famiglia, quando eravamo bambini, ha vissuto a Sermoneta per nove anni.


Silverio Guarino e la moglie Annamaria
.
A questo punto cala il sipario sullo splendido evento, organizzato dall’Amministrazione comunale di Sermoneta guidata dal sindaco Giuseppina Giovannoli, dall’Associazione Festeggiamenti Centro Storico presieduta da Claudio Velardi, dall’Associazione Pro Loco presieduta da Pino Gentile, con il patrocinio della Regione Lazio. Non resta che invitare tutti a ritrovarsi per l’edizione 2020. Mettete in agenda fin d’ora: seconda domenica di ottobre.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.