- Ponza Racconta - https://www.ponzaracconta.it -

Su una poesia di Tommaso Lamonica: “… e mi materio di serenità”

di Silveria Aroma
Rose marine. Sfondo fortino [1]

.

Coloro che pensano che la poesia sia disperazione
non sanno che la poesia è una donna superba
e ha la chioma rossa”.
(Alda Merini)

La poesia è una sorta di miraggio.
Appare accessibile ma non lo è.
E’ una Signora assai difficile, bisogna trattarla con garbo e finezza, ma anche con vigore e rabbia.
Nel corso della storia ha tratteggiato amori, glorificato eroi, esaltato la natura, insegnato il coraggio e la rassegnazione, condannato potenti e intellettuali…

Non basta andare a capo per creare versi. E chi si è confrontato seriamente con questo stile di scrittura sa bene quanto sia facile incorrere nel rischio di essere classificati come “poeti della domenica”.
Faticosa da conquistare, sembra ci accosti con facilità l’alloro o il mirto… è una vera burlona indisponente, pari alla dama che ammicca senza concedersi.

Quando ci imbattiamo in versi capaci di riproporre in pieno l’essenza voluta da chi li scrisse, sin dalla prima lettura veniamo catturati; questi componimenti sono esenti dal riposare nel decanter della mente; passano sotto la pelle senza chiedere permesso, e permeano l’intero nostro sentire.

Sarà stato per la familiarità del luogo o per la gentilezza tributata alla natura, non saprei dire; sono caduta in una sorta di specchio magico leggendo i versi che vado a proporvi.
Densi, carichi di immagini, emozionanti.

Scala tra le ginestre [2]

Frontone

 

Suoni colori ombre!

Crocidanti stormi

di albi gabbiani

volteggiano pazienti

fissi al mare.

Frulli di uccelletti fuggenti

fra le ginestre ed i pinastri

delle aspre rocce

come i giochi di chiaroscuri

fra i bassifondi scogliosi.

Cuore di Ponza

e dell’esistenza mia,

irresistibilmente a te mi reco

nelle aurore della primavera

e mi materio

di serenità.

(di Tommaso Lamonica)

 Rose marine. Sfondo spiaggia Frontone [3]

 

Ascolta qui la poesia, dall’avatar dell’autrice dell’articolo, nel file mp3

http://www.ponzaracconta.it/wp-content/uploads/2017/01/Frontone.mp3 [4]