Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

p-18-4-di-4 g-02 k2-28 vg-02 101a 19

Sorridi! Stai su candid ’uallera!

by Sang’ ’i Retunne

 

Sang’ ’i Retunn – Giggi’, caspita! Ti sei fatto un taglio di capelli che mi sembri Rodolfo Valentino Giggino – ’Uaglio’, e che vuo’ fa’? Ce sta chi po’ e chi nun po’. I’ po’.

SR – See, vabbuo’, Garigliano! Gg – M’aggia rifa’ pure ’u cascettone.

SR – E . . . →: Sorridi! Stai su candid ’uallera!

Auguri di Pasqua

di Francesco De Luca

.

Non so fare diversamente. Quando mi dispongo alla serenità le parole prorompono in dialetto. Il linguaggio della fanciullezza… il linguaggio della terra. Di questa isola, bisognosa soltanto d’essere amata.

 

Na vita luntana… vecina a me

‘U ventariello d’a matina sape i . . . →: Auguri di Pasqua

Lo sceriffo e la sua arma segreta

by Sang’ ’i Retunne

 

Sang’ ’i Retunne – Giggi’, ho sentito dire che state preparando la resistenza in vista di un’invasione. Giggino – Addio!! Mo’ pure a te è arrivata ’a nutizia? Avev’a esse ’na cosa segreta. Dimm’ ’a verità, t’ha ditt’u prevete?

SR – E certo! ’Nda chiesa. Gg– Addirittura? Allora stamm’apposta. Comme . . . →: Lo sceriffo e la sua arma segreta

La forza dei Ponzesi

di Francesco De Luca

.

La storia di Ponza non brilla per figure “eccezionali”. Sono rari i Ponzesi che si siano distinti per azioni eroiche. Rari e occasionali. Perché? Perché, a mio vedere, le condizioni in cui la comunità ponzese, quella nata dalla colonizzazione, ha dovuto trascorrere l’esistenza, erano intrise di . . . →: La forza dei Ponzesi

Facìteve i… fatt’ vuòst’!

by Sang’ ’i Retunne

 

Giggino –  Assuntinaaa! Assunti’! Assu’… Assuntinaaa! Assuntina – Ch’accedente te vene? Che vuo’?

Gg – Oggie  faccie ’nu muntone d’osse e ’nu lav’i sanghe! He capite?? As – Ch’è state?? Mo’ ch’è succiesse?

Gg – E’ cosa mai ch’a ggente adda sape’ tutt’i cazze mieie? Ccà nun se po’ fa’ . . . →: Facìteve i… fatt’ vuòst’!

Dal mare alla collina, evviva il dialetto che unisce

di Luisa Guarino

 

Il dialetto continua ad avere sempre un posto di riguardo sul nostro sito, e lo scritto di Sandro Russo (leggi qui), che cita Pinocchio, De Mauro, Prudente, ne è l’ennesima conferma. Mi piace in tale contesto dare notizia della cerimonia conclusiva di un concorso di poesie in dialetto riservato . . . →: Dal mare alla collina, evviva il dialetto che unisce

I dialetti d’Italia, Pinocchio e Tullio de Mauro

segnalato da Sandro Russo

 

Mi è saltata agli occhi questa immagine – un’edizione in lingua sarda del Pinocchio di Collodi – da un articolo di Repubblica di qualche giorno fa (in file .pdf alla fine del’articolo):

Era citata nel contesto dell’apertura al pubblico, a Torino, di un fondo contenente lettere, documenti e . . . →: I dialetti d’Italia, Pinocchio e Tullio de Mauro