Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-25 sgb 55 0011-0002-03 corrida22 Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato

I ritorni: pause salutari nello scorrere dell’esistenza

di Francesco De Luca

.

L’isola è luogo d’elezione. Anche.

Quando si sceglie di seguire il richiamo che da un luogo riposto dell’intimo preme affinché la vita ritrovi l’andamento della fanciullezza, del parlare in dialetto, del pensare col cuore, si ritorna all’isola. Per ritrovare la sicurezza della placenta fetale.

Il cosmo . . . →: I ritorni: pause salutari nello scorrere dell’esistenza

Raggiona cu ll’uocchie (1). Cavallo tuosto

di Francesco De Luca

 .

“Tiene tiene

cavallo tuosto

ca mo me ne vengo”.

Pazziavemo cuntente.

E ’a vita

ind’ u paese

ieve quietamente.

Presente e passato

a braccetto

. . . →: Raggiona cu ll’uocchie (1). Cavallo tuosto

Principio d’anno

di Francesco De Luca

.

“Auanno?

Zezì, abbunnammo!”.

.

“Passa l’angelo e dice ammen, figliu mie”.

“Ma sarrà vero? Ce amma crede comme a parola sincera?

’I vero ind’ a ’stu munno

ce sta ’a morte, ’a . . . →: Principio d’anno

L’albero della libertà (16). Da ’u libbro ‘i nonno Scartiello

di Francesco De Luca

.

Sopra i Conti zi’ ‘Ntunino scalpita. Sente il tempo scorrergli fra le mani e vorrebbe… vorrebbe… tante cose vorrebbe vedere realizzate. Si adatta al possibile e si attiva perché il suo sogno di uomo libero trovi appagamento.

Mi ha regalato, affinché ne faccia dono ai lettori . . . →: L’albero della libertà (16). Da ’u libbro ‘i nonno Scartiello

Nelle sere d’agosto

di Francesco De Luca

 

Luna da ‘u cielo scinne ind’ u mare aiuta ‘i piscature falle da lampare La cantilena l’iniziava zia Veruccella. Si sistemava sulla sedia e noi intorno sui gradini della scalinata. L’immagine della Madonna ci faceva compagnia dalla cappellina in alto, sul muro. A zia Veruccella piaceva radunarci come . . . →: Nelle sere d’agosto

Il giorno di San Silverio. Auguri a tutti i ponzesi

di Rosalba Scarpati

.

Riproponiamo in occasione della festività dedicata al Santo, questa testimonianza dello scorso anno per tutti i ponzesi, di nascita, di residenza e di affezione. La Redazione

.

Mia madre Maria, nata nel 1914, recitava questa supplica nei momenti di difficoltà, o . . . →: Il giorno di San Silverio. Auguri a tutti i ponzesi

Detti come confetti. Auanno è triste

di Francesco De Luca

.

Quando il futuro appariva incerto si ricorreva ai detti per trovare un po’ di sicurezza nella saggezza distillata dall’esperienza.

.

Auanno è triste

Auanno è triste. Poca acqua e ‘a terra n’ha fruttato. A mare l’alice se so’ . . . →: Detti come confetti. Auanno è triste