Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

bp ss-20 cl-02 de-vito-01 103a 250px-burkina_faso_orthographic_projection-svg_

Zennecchianne…

di Francesco De Luca

.

Di storielle e aneddoti il sito Ponzaracconta ne ha presentati tanti, ma altrettanti ne potrebbe ricordare se ci si mettesse con un registratore giù alla banchina Di Fazio, in quello spazietto dotato di una panca, a fianco della pescheria d’u Iscaiuolo. Ci stazionano sempre, e dico . . . →: Zennecchianne…

Epicrisi 176. Disquisizioni sulla solitudine dei numeri, sull’Europa e su qualcos’altro

di Enzo Di Fazio

.

Fino a venerdì sera avevo in mente di impostare questa epicrisi partendo dal viaggio fatto a Ponza in questa settimana e dalla mia permanenza per qualche giorno sull’isola; avevo in mente di raccontare delle chiacchiere fatte con la poca gente incrociata e degli umori degli isolani influenzati . . . →: Epicrisi 176. Disquisizioni sulla solitudine dei numeri, sull’Europa e su qualcos’altro

La poltrona del dialetto (28). ’Na storia d’arcera

di Francesco De Luca

.

Giustino, Mercurio, Lello, Totonno Scotti, Ernesto, Aristide Baglio, Michele Rispoli, Giulio ’u pescatore, Sem, si vedevano tutte le sere nel retrobottega dell’Alimentari di Giustino a Sant’Antonio. Fine anni ’70. Tutti cacciatori appassionati e irriducibili. Finito il periodo d’i marvizze (tordi) si approssimava quello della beccaccia (arcera).

. . . →: La poltrona del dialetto (28). ’Na storia d’arcera

Madonna bruna in pelliccia

proposto da Paolo Iannuccelli

.

E’ sempre un piacere acquisire storie vecchie e nuove degli albori del turismo a Ponza, quando il  mitico Taxi n° 1 scorrazzava libero e trionfante per le vie semideserte di Ponza, con Pelliccia o la moglie alla guida.  Rispolveriamo questa storia d’antan, raccontata vari anni fa sul sito da Leonardo . . . →: Madonna bruna in pelliccia

Quel colloquio in dialetto dopo il terremoto di Ischia

la Redazione

 

Un’istantanea, uno spot tra i mille possibili, dal terremoto di Ischia…

 

Il pompiere parla toscano; Ciro, il bambino di 11 anni sotto le macerie, non capisce. Un altro vigile del fuoco traduce in napoletano.

Ciro: Muvìtev’! (Sbrigatevi!). Pompiere di Firenze: ’Un ave’ furia (Non avere fretta). Ciro: Ch’à ’itt chist’?! (Che . . . →: Quel colloquio in dialetto dopo il terremoto di Ischia

L’incidente più grave

di Francesco De Luca

.

“Ma com’è che ti chiamano Gennaro?”. “Io mi chiamo Antonio Vitiello ma sono conosciuto come Gennaro perché sono nato nel giorno di san Gennaro”.

Vittoriano lì vicino interviene: “Chiste è tutta na stranezza!”. Gennaro lo guarda rassegnato. Evidentemente non è nuovo a questi giudizi su di . . . →: L’incidente più grave

Nelle sere d’agosto

di Francesco De Luca

 

Luna da ‘u cielo scinne ind’ u mare aiuta ‘i piscature falle da lampare La cantilena l’iniziava zia Veruccella. Si sistemava sulla sedia e noi intorno sui gradini della scalinata. L’immagine della Madonna ci faceva compagnia dalla cappellina in alto, sul muro. A zia Veruccella piaceva radunarci come . . . →: Nelle sere d’agosto