Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0029-029 0040-040 i-21-h-21 pa-01 belgiorno s-02

E’ marzo

di Franco De Luca

 

I  roie stanno repeglianno i poste

addò fanno u’ nido.

A dduie  macchieno

i creste d’i ciglie, aret’ a ’na frasca,

ind’a ’nu ’ncavo

d’a muntagna.

Se strufineno i becche,

uno ’nfacci’ all’ate

remmanenno vecino

accovacciate,

pe’ ore.

 

E’ marzo,

e i roie

se trovano a . . . →: E’ marzo

Acqua ‘i cielo

di Franco De Luca

L’acqua

’a cielo scenne,

se spanne,

p’i grariate, p’i vvie

se porta annanze

’a fetenzia.

Ienghe i’ puzze,

sdavaca i’ piscenale,

se fa largo p’a terra,

sciacquareia ind’i canale.

Se votte ’a copp’u ciglio

e ponta u’ mare.

Acqua ’i cielo

fitta cala,

nun s’acqueta,

tutti i penziere

stanno . . . →: Acqua ‘i cielo

Un altro ricordo di ‘Minicuccio’

Una poesia di Franco De Luca detta dall’Autore.

Minicuccio

‘A Miniera

’A    miniera

di Franco De Luca

*

‘A miniera è ancora ’na ferita

che spacca u’ cuorpo

d’i Forne.

 

Ne so’ passate d’anne,

ma chelle muntagnole ianche,

chillu fuosso scavato

. . . →: ‘A Miniera

Sangue ‘i rutunne

Sangue   ‘i    rutunne

 

di Franco De Luca

*

Leggila e ascoltala anche, detta dalla viva voce di Franco:  Sangue ‘i rutunne

*

“Sangue ’i rutunne” ,

accussì ce chiammeno a nuie Punzise

quanno ce vonno recà offesa.

E pecché chest’ espressione,

. . . →: Sangue ‘i rutunne

Iss’ – Poesie di Catello Lino Pagano

Pe Iss’ (20 giugno)

Oggi è nu iuorn’ che nu’ Punzés’ nun s’u’ scord’,

Pe Iss’ so’ venut’,

’A gent’, da tutt’i part’ d‘u munn’ so’ turnate,

Pe Iss’ so’ venut’ ccà

I piscatùr’ stann’ tutt’ ‘n’du puort’,

Pe Iss’ so’ venut’ cà

Che fest hann’ appreparàt’: pe Iss’

Iss’: chi è Iss’,

. . . →: Iss’ – Poesie di Catello Lino Pagano

Poesie di Tommaso Lamonica

da “Isole e acque”

1977

Poesie di Tommaso Lamonica dedicate a Ponza Trittico ponziano

Curvo sull’ umido solco

in una balza del Fieno

all’umile lavoro

il contadino è intento.

Si staglia contro la muriccia

come un tronco contorto

che pare voglia

alla terra ritornare.

E’ debole la sua vista

e non può . . . →: Poesie di Tommaso Lamonica