Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

27-07-2005 belgiorno fg q-01 ss14 9

Sul Mare

La poesia immortale di John Keats assieme con le versioni preraffaellite di Edward Burne-Jones su sirene e ninfe del mare…

proposte da Silverio Tomeo

 

Sul Mare

Di sussurri immortali avvolge lidi desolati

E con ansito possente riempie mille caverne,

Sin che . . . →: Sul Mare

A Chiaia di Luna

di Silverio Tomeo

 

Conca sonante dove il mare parla

la lingua delle madri e dei ritorni.

Bocca sdentata del vulcano spento

aperta alle onde e al vento.

Calmo abbraccio d’azzurro,

ma a volte schiuma urlante:

e allora non c’è faro né riparo.

 

Lì si imparava a vincere paure,

ci si iniziava . . . →: A Chiaia di Luna

“Mediterraneo”, di Fernand Braudel

segnalato da Silverio Tomeo

…“Che cos’è il Mediterraneo? Mille cose insieme. Non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi. Non un mare, ma un susseguirsi di mari. Non una civiltà, ma una serie di civiltà accatastate le une sulle altre. Viaggiare nel Mediterraneo significa incontrare il mondo romano in Libano, la preistoria in Sardegna, . . . →: “Mediterraneo”, di Fernand Braudel

L’infinito del Mare

Proposto da Silverio Tomeo

Da “Il pensiero meridiano” di Franco Cassano (Laterza, 1996). Dal paragrafo “L’infinito del mare”

 

“Il mare è in primo luogo meditazione, una voce impersonale che mette, forse solo per un’assonanza tutta italiana tra mare e are, tutti i verbi all’infinito, un cielo raddoppiato . . . →: L’infinito del Mare

Mare. Poesia. A Zante, di Edgar Allan Poe

Pubblichiamo con notevole ritardo una poesia inviataci da Silverio Tomeo; inserita a suo tempo e poi non resa visibile per un disguido. Ce ne scusiamo con l’Autore.

La Redazione

Proposta da Silverio Tomeo

Una mia traduzione metrica di un sonetto di Edgar Allan Poe dedicato all’isola greca di Zante. Si esclude . . . →: Mare. Poesia. A Zante, di Edgar Allan Poe

Poesia. Il canto dei marinai

di Silverio Tomeo

Mais, ô mon coeur, entendes le chant des matelots

Stéphane Mallarmé

A volte spossessati, senza stelle

a segnare la rotta nella pece

del mare, si fa forte sottopelle

l’’imminenza dell’’urto, e allora invece

 

è luce che si accende, vale ancora

tentare un altro approdo e . . . →: Poesia. Il canto dei marinai

‘Marinai perduti’, di Jean-Claude Izzo

segnalato da Silverio Tomeo

“Diamantis lasciò vagare lo sguardo sulla superficie del mare. Cercava in tutti i modi di non pensare al suo incontro con Amina. Si ricordò di alcune riflessioni che aveva annotato di recente sul suo quadernetto. A proposito della povertà di vocabolario riguardante il mare. Solo i greci avevano tante . . . →: ‘Marinai perduti’, di Jean-Claude Izzo