Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0027-027 a3-22a k1-17a v4-9 valiante-giuseppe 5-2

Il dialetto e le lingue locali

resoconto di Emanuele Tanasi

 

Sabato 4 febbraio si è svolta, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico L.B. Alberti a Marina di Minturno, la Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali a carattere provinciale che è giunta alla sua terza edizione (ne abbiamo dato notizia in Rassegna Stampa del 3 febbraio scorso: . . . →: Il dialetto e le lingue locali

Le foto di Denis Bosnic. La chiosa del geologo

di Dante Taddia

 .

In riferimento all’articolo “Le rocce di Ponza viste da Denis Bosnic”

Ho visto le foto delle rocce di Ponza e sono sinceramente commosso da tanta bellezza ma… come in tutte le “grandi bellezze” c’è sempre un “ma”.

Ne parlo da geologo, da amante di Ponza e . . . →: Le foto di Denis Bosnic. La chiosa del geologo

Lampedusa

di Enza Talciani

.

Gent. Redazione, cari Lettori di Ponzaracconta Buona Pasqua. Come segno di buoni propositi allego un documento che risale a qualche tempo fa, tra i miei scritti, ma che rimane attuale. Soprattutto per chi come noi di isole se ne intende… Un abbraccio Enza Giusy pensava di doversi . . . →: Lampedusa

I rapporti tra Ponza e Suio. Una testimonianza

di Enza Talciani

 

Inizio questo scritto per cercare di spiegare gli eventi, i personaggi che all’interno della mia famiglia allargata hanno costruito questo ponte tra Suio e Ponza. Il primo esempio posso essere io, con padre nativo di Suio e madre di Ponza.

Suio (*), borgo medievale è affacciato sulla pianura . . . →: I rapporti tra Ponza e Suio. Una testimonianza

“E andavamo tutti alla Caletta” (10). Il tuffo dal cimitero

di Dante Taddia

 

Con “Il tuffo dal cimitero” si conclude la serie di racconti di Dante Taddia appartenenti alla raccolta “E andavamo tutti alla Caletta”, ambientata a Ponza negli anni Sessanta, quelli in cui l’autore è arrivato per la prima volta nell’isola. Lo scritto di oggi conclude il passaggio dall’età infantile a quella adulta simboleggiato . . . →: “E andavamo tutti alla Caletta” (10). Il tuffo dal cimitero

“E andavamo tutti alla Caletta”. (9). Il finestrone di Pilato

di Dante Taddia

Anche se pensare in questo periodo a un tuffo in mare fa venire i brividi, ospitiamo su queste pagine un altro racconto della raccolta “E andavamo tutti alla Caletta” di Dante Taddia, che ha conosciuto Ponza nel 1963, innamorandosene perdutamente e per sempre. Prosegue con la pagina odierna la narrazione di . . . →: “E andavamo tutti alla Caletta”. (9). Il finestrone di Pilato

“E andavamo tutti alla Caletta”. (8). La grotta di Pilato

di Dante Taddia

 

Dopo la pausa delle festività di fine/inizio anno, riprende la saga dei racconti di Dante Taddia contenuti nella raccolta “E andavamo tutti alla Caletta”, che sta attualmente analizzando quella sorta di fase di iniziazione rappresentata nella Ponza degli anni Sessanta dal ‘crescendo’ di difficoltà dei tuffi in mare, passando . . . →: “E andavamo tutti alla Caletta”. (8). La grotta di Pilato