Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-14 u-35 k1-17a k2-27 s1-23 50

Sulle orme del padre (1)

di Lino Catello Pagano

 

Mio padre mi raccontava da bambino degli anni passati in Libia durante il militare, precisamente a Misurata.

Mi diceva che era un’oasi tra deserto e mare, un villaggio di beduini con tende e dromedari, e che con lui c’erano anche altri ragazzi di Ponza.

Mi raccontava di posti . . . →: Sulle orme del padre (1)

Mostar, Matvejević e i miei viaggi attraverso “Pane Nostro”

di Lino Catello Pagano

 

Era una giornata uggiosa, quando arrivai al ponte… Le case tipiche croate… il selciato di pietra, sdrucciolevole… Il primo impatto fu di un mancamento di fiato; rimasi appoggiato al primo muretto che guardava il ponte. Mi misi con la testa fra le mani e i gomiti sul muro. Guardavo quella . . . →: Mostar, Matvejević e i miei viaggi attraverso “Pane Nostro”

All’ombra del Minareto

di Lino Catello Pagano

 

Col sole alto nel cielo risplende

all’ombra del minareto

quel muro di mattoni di sterco e fango,

e palmeti rigogliosi di frutti ondeggianti  nel vento,

 

Quel muro di mattoni

dove t’appoggiavi per riprendere fiato

dopo le corse che si facevano nei vicoli

tra le case dipinte di . . . →: All’ombra del Minareto

Festa berbera

di Lino Catello Pagano . Sabbia soffiata dal vento dalle dune Tappeti persiani colorati posati per terra Suoni di cavigliere piene di campanelli Anche ondeggianti come onde del mare . I veli anch’essi si muovono con le loro trasparenze Alle sue movenze di odalisca la sinuosità del corpo I tamburi che battono forte . . . →: Festa berbera

Io, vagabondo che son io… I viaggi di Lino (2)

di Lino Catello Pagano

per la puntata precedente leggi qui

Iniziai subito l’imbarco sulla Michelangelo, ero in prima classe; eravamo 32 camerieri e 32 chef de rang, facevamo 2 turni a pranzo e due turni a cena, guanti bianchi, sempre in Dinner Jacket, pantaloni blu aviatore con banda blu laterale. . . . →: Io, vagabondo che son io… I viaggi di Lino (2)

Io, vagabondo che son io… I viaggi di Lino (1)

di Lino Catello Pagano

 

Lasciai Ponza che avevo diciassette anni e mi trasferii a Viareggio, dove mi era stato consigliato da Sig. Baridon di proseguire la scuola alberghiera. Sei portato – mi dicevano tutti – salirai in alto.

Sì, sono salito molto in alto, al settimo piano mansardato del Grand Hotel Royal . . . →: Io, vagabondo che son io… I viaggi di Lino (1)

Arrivano i Re Magi e con loro la Befana

di Lino Catello Pagano

Avevo sei, sette anni, forse meno e vivevo con i miei nonni sopra Chiaia di Luna. Lì si faceva un presepe grandissimo per tradizione, con il nonno Giovanni, da parete a parete; le stanze di una volta erano grandissime, la cucina era quattro metri per lato ed . . . →: Arrivano i Re Magi e con loro la Befana