Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-26 f-96 foto-04 isi-01 m1-14 74

Racconto d’estate

di Francesco De Luca

 

Anni ’50, Ponza è l’isola che dai ricordi degli antifascisti, ora negli alti scranni della Repubblica, viene descritta come paradiso da scoprire. Sempre dipinta come una bellezza naturale di primo splendore, abitata da una comunità di gente di lavoro. Pescatori devoti ai Santi e proni al mestiere del . . . →: Racconto d’estate

L’albero della libertà. (15). La consorteria

di Francesco De Luca

 

“Fra’ – esordisce zi’ ’Ntunino – tu fai parte della consorteria?”.

“Che? Ma cosa ti viene in mente? Di quale consorteria parli?”.

“Tu fai parte della cricca, lo sanno tutti, – continua ’Ntunino – e con questi nuovi stai pure tu nella consorteria”.

“ Zi’ ’Ntuni’ il caldo . . . →: L’albero della libertà. (15). La consorteria

Peppe Servillo in Concerto a Ponza

di Francesco De Luca

.

La canzone napoletana va cantata o interpretata? Il 10 agosto, al termine dell’esibizione di Peppe Servillo & Solis String Quartet ci siamo messi ad imbeccarci io e un amico. Perché vogliamo far prevalere il giudizio. Ossia la mente. Su che cosa? Sul cuore. Sul sentimento. E . . . →: Peppe Servillo in Concerto a Ponza

L’incidente più grave

di Francesco De Luca

.

“Ma com’è che ti chiamano Gennaro?”. “Io mi chiamo Antonio Vitiello ma sono conosciuto come Gennaro perché sono nato nel giorno di san Gennaro”.

Vittoriano lì vicino interviene: “Chiste è tutta na stranezza!”. Gennaro lo guarda rassegnato. Evidentemente non è nuovo a questi giudizi su di . . . →: L’incidente più grave

L’albero della libertà. 14. La proiezione

di Francesco De Luca

.

Sono andato a trovare zì Ntunino. Ricordate? Quello che sopra i Conti coltiva l’albero della libertà. L’avete dimenticato? Quell’albero metaforico, per dire che la libertà non è mai definitivamente raggiunta, che i suoi rami si innalzano sempre più in alto, a significare che la libertà è . . . →: L’albero della libertà. 14. La proiezione

Nelle sere d’agosto

di Francesco De Luca

 

Luna da ‘u cielo scinne ind’ u mare aiuta ‘i piscature falle da lampare La cantilena l’iniziava zia Veruccella. Si sistemava sulla sedia e noi intorno sui gradini della scalinata. L’immagine della Madonna ci faceva compagnia dalla cappellina in alto, sul muro. A zia Veruccella piaceva radunarci come . . . →: Nelle sere d’agosto

Sotto l’ombrellone

di Francesco De Luca

 

Io a Formia e Dino pure. Io liceo scientifico e Dino istituto tecnico. Terzo anno. Risultati soddisfacenti, perciò in estate nessun impegno lavorativo. Le nostre due famiglie seguono la stessa procedura e con noi adottano lo stesso patto. Ci tengono agli studi se noi facciamo progressi. I loro . . . →: Sotto l’ombrellone