Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0031-031 l-01 p-18-4-di-4 cl-01 68 la-galite-degli-anni-80

Epicrisi 248. Ammore e malavita

di Sandro Russo

.

Una delle caratteristiche del nostro tempo è aver smitizzato o addirittura sovvertito molti di quelli che si ritenevano punti fermi da parte della generazione precedente – la mia, per esempio, e quella della maggior parte dei lettori del Sito. Nell’etica, nella politica internazionale e nazionale, nella convivenza . . . →: Epicrisi 248. Ammore e malavita

Epicrisi 247. Fuoco fuochino…

di Giuseppe Mazzella

 .

Settimana illuminante. Finalmente ci siamo, o quasi. Dopo analisi di anni nelle quali abbiamo sviscerato animo e mentalità di noi isolani, soprattutto i giovani si stanno avvicinando al cuore dei problemi. Veramente notevole l’analisi fatta da Martina Carannante (leggi qui) che ha presentato con grande coscienza e . . . →: Epicrisi 247. Fuoco fuochino…

Epicrisi 246. Questa domenica in settembre, non sarebbe pesata così…

di Rosanna Conte

.

Per questa Epicrisi prendo il titolo in prestito dalla bella rievocazione di Sandro Vitiello in occasione della settimanale canzone per la domenica.

Settimana piuttosto movimentata su Ponza racconta. Partiti dalla convinzione, dopo l’articolo di Pier Giacomo Sottoriva: Diversità di opinione sul nome dell’arcipelago: Isole Ponziane o Isole . . . →: Epicrisi 246. Questa domenica in settembre, non sarebbe pesata così…

Epicrisi 245. Nostalgia dei costardelli

di Sandro Vitiello

.

I miei settembre ponzesi – quelli della mia infanzia – avevano colori completamente diversi dalle estati di luce e di calore. Era il tempo della vendemmia, del mare vissuto in altro modo e delle relazioni personali che prendevano un altro ritmo. Che ci avrebbe accompagnato per tutto l’inverno.

. . . →: Epicrisi 245. Nostalgia dei costardelli

Epicrisi 244. Vott’a furni’

di Sandro Romano

.

Sembra incredibile, eppure tutti qua aspettano la fine della (bella) stagione con la stessa ansia ed intensità di quando deve arrivare. È un diffuso ed antico fenomeno tutto ponzese che si riassume in quella fatidica frase: vott’a furni’. Un’aspirazione a sgravarsi dalla fatica fisica dovuta all’accumulo compulsivo . . . →: Epicrisi 244. Vott’a furni’

Epicrisi 242. Interrogare e reinventare

di Enzo Di Giovanni

.

…E quando si scrive una epicrisi di fine agosto? Ma chiaramente in nottata, visto che di giorno il caldo che ci comprime non accenna a diminuire, probabilmente ignorando che oggi saremo in settembre. Non è ancora il momento delle riflessioni, ma al di là del caldo, . . . →: Epicrisi 242. Interrogare e reinventare

Epicrisi epicritica (241). 50 sfumature di dissenso. Le forme della delusione

di Sandro Russo

.

Devo dire che l’idea per questa epicrisi me l’ha data, proprio a inizio di settimana, l’articolo di Gigi Tagliamonte – La favola del re Travicello adattata a Ponza – con la sua civilissima eppur vibrante nota di biasimo e delusione per come stanno andando le cose sull’isola. . . . →: Epicrisi epicritica (241). 50 sfumature di dissenso. Le forme della delusione