- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

Custodi della terra… da Ponza verso il mondo

I Custodi della terra di Ponza

.

Domani, domenica 16 febbraio, per tutto il giorno a Pianura – Campi Flegrei – ci sarà un importante incontro tra produttori agricoli in cui avverrà uno scambio dei semi delle coltivazioni che ognuno pratica nel suo territorio.
Il nome dell’evento è in puro dialetto napoletano: “Scagniammece ‘a semmenta”.

[1]

I Custodi della terra di Ponza parteciperanno con una nutrita delegazione e porteranno con sé quanto di più prezioso e tipico piantiamo nelle nostre terre.
Abbiamo deciso di aderire a questo appuntamento perché chi lo organizza e le associazioni che vi partecipano si muovono con lo stesso spirito che appartiene a noi Custodi e che poi è quello dei piccoli agricoltori.
Sappiamo che non solo a Ponza ci sono piccole realtà contadine che raccolgono quantità limitate di prodotti della terra e che continuano a farlo soprattutto per conservare un patrimonio di conoscenze e di sementi che, altrimenti, andrebbero perdute.
Da Ponza porteremo i semi delle fave, lenticchie, cicerchie, spicchi di aglio e altro.
Provengono da terreni dell’isola che le famiglie dei nostri associati coltivano da generazioni e che conservano gelosamente.

[2]

Mentre crediamo che sia doveroso preservare una specificità ponzese nelle produzioni agricole della nostra isola, non siamo restii a sperimentare nuove sementi che potrebbero darci l’opportunità di scoprire altri modi di coltivare.
D’altronde la storia umana da sempre ha vissuto le migrazioni delle persone; nei loro viaggi si portavano appresso anche i semi e le piante dei luoghi di origine.
Ad esempio oggi la California si fregia anche di un ottimo vino con un nome un po’ complicato – Zinfandel – che altro non è che il Primitivo di Manduria portato in quei luoghi dagli emigranti pugliesi.
Insieme a noi ci saranno amici della Toscana, della Puglia, di Latina e di Bolsena.
Oltre ovviamente agli organizzatori.
L’appuntamento è per domenica a Pianura – Napoli – presso la Casa della cultura e dei giovani, in via Comunale Grottole 1.

[3]

P.S. In questi giorni a Ponza sono state piantate catene e catene a patate.