- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

Basket. Bull Ponza – Sora: 43-19

di Paolo Ianuccelli

.

Bull Basket Ponza: Corona 2, Velletri 17, D’Angelo, Polverino 5, Colabello 4, De Angelis 2, Perini 7, Soscia 6, Valiante. Coach: Di Maria.
Sora: Verde 4, Sessa, Capobianco 2, Santoro 3, Sparagna 4, Secondini 4, Alonzi A., Alonzi A. 2, Alonzi F.. Coach: Bifera

[1]

La terza giornata di campionato vede trionfare la Bull Basket Ponza davanti ad una cornice di pubblico stupenda.

La squadra isolana fa il proprio esordio in casa e catalizza le attenzioni degli abitanti, restituendo poi una vittoria che la mette in testa alla classifica.
Partita iniziata solo per il timer, le squadre sbagliano molto e l’approccio con il campo non è dei migliori, primo quarto che finisce addirittura 5-2 per le bianco/verdi. Secondo quarto che vede invece le isolane prendere il largo, giocano meglio e deliziano il pubblico con bei contropiedi e ottime azioni corali; in questo quarto fa il suo esordio in campo Maria Valiante, giocatrice isolana, riceve un boato da pubblico che la sostiene ad ogni palla toccata. Terzo e Quarto parziale, tutto appannaggio delle isolane che continuano a giocare bene e a produrre punti.
Unica nota stonata, gli infortuni della D’Angelo (probabile stiramento per lei) e della Colabello (sospetta distorsione).

Ecco le dichiarazioni del coach Di Maria a fine partita: “Sulla partita c’è da dire che abbiamo approcciato in maniera poco incisiva, soprattutto per l’emozione di debuttare in campo amico. Dal secondo quarto in poi le giocate sono state più fluide e canestro dopo canestro la nostra fiducia è aumentata.
È stato piacevole vedere molti contropiedi e ottime rotazioni difensive, siamo sulla buona strada pur avendo continui problemi di infortuni. Con l’occasione faccio un gran in bocca al lupo a Barbara D’Angelo e Ursula Colabello per gli infortuni accorsi.
Riguardo l’esordio a Ponza sono felicissimo della folta rappresentanza di pubblico che ha seguito l’incontro, le tribune piene sono segno che stiamo lavorando nel senso giusto e questo anche grazie all’amministrazione che si è resa disponibile ad ospitare questa squadra e a sostenere le esigenze di un campionato impegnativo come questo. L’isola è viva e questo non può farci che gioire!”