Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-11 k2-27 betty-01 14-1 sl372206 L'ingresso pricipale delle grotte di Pilato presso il porto

Marina Militare Italiana, concerto di solidarietà a Roma

di Silverio Lamonica

 

Il 6 novembre, alle ore 21, la Banda Musicale della Marina Militare Italiana, diretta dal maestro Capitano di Vascello Antonio Barbagallo, ha tenuto un concerto di beneficenza presso l’Auditorium Parco della Musica – Roma, cui ho assistito grazie all’invito del mio consuocero Umberto Maglione, ufficiale di marina in congedo.

La sala dell’Auditorium, progettata da Renzo Piano, era gremita da militari in divisa della Marina, sia in servizio attivo che “a riposo”. Questi ultimi indossano una divisa particolare e si sentono nello spirito ancora appartenenti alla Marina Militare perché “Chi ha prestato il servizio in Marina, è marinaio per sempre!” Così, con orgoglio, afferma Umberto e non solo.

Dopo l’Inno Nazionale, eseguito dalla Banda della Marina, con il Coro delle Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, i due Tenenti di Vascello, Florinda Brusca ed Edoardo Farina, hanno presentato le opere in programma, scandendo con meticolosa precisione le parole, come del resto si addice ai nostri bravi militari. Un programma musicale molto ricco e suggestivo che spaziava dalla musica lirica ( Rossini: Guglielmo Tell, al Jazz.) e impreziosito sia dal Coro delle Voci Bianche, che dalla soprano Rita Pilato.

Da sottolineare la partecipazione della presentatrice televisiva Benedetta Rinaldi che ha invitato sul palco il presidente della Lega del Filo d’Oro, Dr Rossano Bartoli, assieme a Renzo Arbore, testimonial ufficiale di questa istituzione benefica che si occupa, com’è noto, della cura dei bambini sordo-ciechi, cercando di assicurare loro un minimo di autonomia e che assiste anche le loro famiglie nel percorso educativo che richiede un forte e costante impegno e, soprattutto, tanto amore. Il Dr Bartoli ha tracciato brevemente un bilancio della istituzione da lui presieduta coi centri di assistenza già istituiti e da potenziare, cui è seguito il caldo invito di Arbore a sostenere tale associazione.

Simpaticissimo il “siparietto” fuori programma di Renzo Arbore che ha cantato uno dei suoi cavalli di battaglia “La vita è tutta un quiz” ed ha ricordato la “censura” subita dall’allora Capo di Stato Maggiore della Marina, perché aveva osato indossare le stellette militari che sfoggiava sulla divisa di ammiraglio, nella trasmissione “Indietro Tutta” del 1987. A tale reminiscenza ha fatto eco, poco dopo, il Capo di Stato Maggiore della Marina in carica, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il quale ha affermato: “Maestro Arbore, da questa sera può indossare tutte le stellette che vuole!”

Il Capo di S.M. si è soffermato sull’attività e sui compiti della Marina che, tra l’altro, partecipa attivamente anche all’attività sportiva nazionale e internazionale, per cui sono stati invitati a salire sul palco tre atleti dell’arma, campioni olimpionici di nuoto e tuffi. In tale contesto è stato presentato anche il Calendario della Marina 2020 dedicato al glorioso Battaglione San Marco.
Una serata bellissima, all’insegna della solidarietà e dell’amicizia, terminata con le allegre note di “ La Ritirata”.

NdR: foto di Nicoletta Maglione

 

Devi essere collegato per poter inserire un commento.