- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

Stasera “Ponza Prima Med”

riceviamo in redazione e pubblichiamo

.

Evento nell’ambito di:
“CEREALIA FESTIVAL. LA FESTA DEI CEREALI. CERERE E IL MEDITERRANEO”


Piazzale della chiesa della SS. Trinità – Comune di Ponza
23 Settembre 2019 | ore 18:00 – 22:00

Allarme microplastiche nel mar Mediterraneo lanciato dal laboratorio galleggiante Progetto Mediterranea – il più lungo esperimento di citizen science coordinato svolto a bordo di una barca a vela in navigazione nei nostri mari – in occasione dell’evento Ponza Prima-Med programmato per lunedì prossimo 23 settembre 2019, promosso dal Comune di Ponza dalla Rete Italiana per il Dialogo Euro-mediterraneo (Capofila della Fondazione Anna Lindh in Italia), dall’associazione Prospettive Mediterranee e dal Segretariato italiano di PRIMA nell’ambito delle attività di disseminazione del Festival Cerealia.

Le microplastiche che galleggiano ormai in tutti i mari del mondo sono state ritrovate in frammenti più grossi nella pancia dei pesci pescati durante la navigazione. L’osservazione diretta dello stato delle coste ha inoltre evidenziato grandi quantità di spazzatura sui fondali marini, principalmente nelle aree dove le correnti formano vortici o sacche di ristagno, come nel mar di Levante o nel mar Nero. Nel mare delle isole Egadi, Progetto Mediterranea ha riscontrato la presenza di un’alga tropicale, divenuta ormai endemica nelle zone costiere italiane.

La spedizione “Progetto Mediterranea” nei 6 anni di navigazione in Mediterraneo, Mar Nero e Atlantico fino a Lisbona ha costantemente monitorato lo stato delle coste e del mare, fotografando e documentando in video, svolgendo campionamenti in mare con il “plankton indicator” e ascoltando le voci di chi il mare lo vive e lo attraversa ogni giorno, come i marinai e i pescatori di tutto il Mediterraneo. Nelle piccole quantità di acqua di mare prelevate, in cui erano presenti i microorganismi planctonici – cartina tornasole dello stato del mare – l’equipaggio di Mediterranea ha frequentemente riscontrato la presenza di minutissimi frammenti di plastica.

Gli allarmanti risultati del campionamento del plancton – non ancora tutti definitivi e divulgabili – saranno discussi nella splendida Isola di Ponza, Capitale della Cultura del Lazio 2019 insieme a Ventotene e San Felice Circeo. Si tratta di un primo appuntamento che si ripeterà con cadenza annuale per dare risalto alle attività di ricerca e innovazione in campo agroalimentare e della gestione delle risorse idriche portate avanti dalla Fondazione Prima nell’area Euro-mediterranea.

L’evento, che avrà luogo nell’isola nella Piazzetta della Chiesa della SS. Trinità a partire dalle ore 18.00, si apre con i saluti istituzionali delle autorità invitate: il Min. Plen. Enrico Granara, Coordinatore Affari Euro-Med Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, il Sindaco di Ponza Francesco Ferraiuolo, S.E. Moez Sinaoui, Ambasciatore di Tunisia in Italia, il Sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro, Giuseppe Schiboni, Sindaco di San Felice Circeo e Gennaro Di Fazio, Presidente della Comunità dell’Arcipelago Isole Pontine.

A seguire si svolgerà il dibattito “La salute del Mare Nostrum” incentrato sul tema dello stato di salute dell’ecosistema marino, presentando i risultati della ricerca del Progetto Mediterranea e l’iniziativa PRIMA – PARTNERSHIP FOR RESEARCH AND INNOVATION in the MEDITERRANEAN AREA. Parteciperanno al dibattito Francesco Nacinovich, Comandante dell’imbarcazione Progetto Mediterranea, Giovanni Stanghellini, Segretariato Italiano di PRIMA, il biologo marino Adriano Madonna, e l’architetto Luca Calselli, responsabile del progetto “Mare di Circe”. A moderare l’incontro Enrico Molinaro, Segretario Generale della Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo.

[1]

La serata si concluderà con lo spettacolo “Il canto libero delle stelle mediterranee”, reading musicale a cura e con la partecipazione di Francesca Bellino, Stefano Saletti e Barbara Eramo.

.

Programma e partecipanti in  file .pdf: CS_PONZAPRIMAMED 23 set 2019 [2]