Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0013-013 ep-05 foto-04 classe-1-avviamento-1960 ss10 14

Lavori a Cala Felci e a Cala Feola? Perché non ne sappiamo niente?

di Biagio Vitiello

 .

Leggo in Rassegna Stampa su Ponzaracconta e mi faccio molte domande…

RASSEGNA STAMPA ON LINE
Da h24notizie.com del 10 settembre: Cala Feola e Cala Felci, assegnato l’appalto per la messa in sicurezza

Via libera alla messa in sicurezza di Cala Feola e Cala Felci, a Ponza.
La Regione Lazio, attraverso il commissario per la mitigazione del rischio idrogeologico, ha affidato l’appalto all’impresa calabrese Rogu Costruzioni.
La ditta di Catanzaro si è aggiudicata i lavori con un ribasso sulla base d’asta del 33,5%. Un affare da quasi 329mila euro.
Due cale affascinanti dell’isola lunata, con il consolidamento delle scarpate, dovrebbero così essere messe al riparo dal rischio di frane e frequentate senza rischi da isolani e turisti.

Mi chiedo per esempio come mai un ponzese che vive tutto il tempo sull’isola e crede di essere mediamente informato, non sappia niente di una cosa del genere.
Di che lavori stiamo parlando, per 329mila euro?
In che consisteranno gli interventi sulle due cale? Dove si possono assumere ulteriori informazioni e visionare il progetto?

Non ci fosse stato il precedente della scogliera di Frontone starei più tranquillo, ma adesso, io come tutti i ponzesi: …simme pisce pugnute!
Ultima e non minore perplessità: una zona particolare di Cala Felci è l’unico areale sull’isola di “serbatoio genetico” della rara felce Osmunda regalis, vero fossile vivente. Chi ci assicura che il progetto ha tenuto conto di questo aspetto non troppo conosciuto a chi non è del posto e specificamente interessato a queste problematiche?

Sollevo perciò il problema specifico e quello generale dell’informazione – i lettori sanno che non è la prima volta – che questa Amministrazione non dà ai ponzesi.

Nota – Le due immagini con Gavi e Cala Felci sono da Google map

 

come da commento della Redazione si allega in f.to pdf
la  determinazione n. H00059 del 2 settembre 2019  reg lazio cala feola

4 commenti per Lavori a Cala Felci e a Cala Feola? Perché non ne sappiamo niente?

  • la Redazione

    La notizia dei lavori per la messa in sicurezza di Cala Feola e Cala Felci trovata nella RS di stamane ci aveva subito incuriosito tant’è che, da profani, eravamo andati a cercare gli estremi e i contenuti della delibera sul sito del Comune.
    Di lì a poco sono giunte in Redazione le legittime richieste e considerazioni di Biagio Vitiello, un ulteriore motivo per cercare di saperne di più.
    Contattata Mimma Califano, assessore con delega al PAI e alla Tutela e allo Sviluppo del territorio, nel pomeriggio ci è stata inoltrata la determinazione che riguarda i lavori di cui parliamo. E’ la n. H00059 della Regione Lazio del 2 settembre 2019 e nell’oggetto si legge: Consolidamento delle scarpate in località Cala Feola, Cala delle Felci – Stralcio Cala Feola – Comune di Ponza (LT)”. Approvazione dei verbali di gara e aggiudicazione dei lavori. CUP F94H10000050001 – CIG: 7660209C6E.
    La stessa (che riportiamo in formato .pdf in calce all’articolo) è stata presa dal Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (BURL) e riguarda, al momento, solo Cala Feola, i cui lavori – come si evince dall’oggetto e dal contenuto – sono uno stralcio di quelli più ampi comprendenti anche gli interventi su Cala Felci che saranno, di conseguenza, contemplati successivamente con altra deliberazione.

  • In tema PAI. Chiedo alla Redazione di chiedere all’assessore Mimma Califano se è a conoscenza dei lavori già avviati in zona Guarini. Anche dal Comune si può vedere che una ruspa sta procedendo a distruggere una macchia mediterranea per creare un tracciato stradale. Questa operazione privata sta creando un grave dissesto idrogeologico mettendo a grave rischio l’abitazione sottostante e chi vi abita.

  • Biagio Vitiello

    Giusto per aggiornare i lettori di Ponzaracconta, volevo comunicare che a proposito dei lavori – “futuri”, e stato precisato – a Cala Felci, ho inviato in regione Lazio, a chi di competenza, una nota sulle specificità della zona (presenza di unicità botaniche e di minerali assenti in altre zone dell’isola).
    Riguardo a Mimma Califano, resto meravigliato, stupefatto (e dico poco)… Come?! A voi (al Sito) risponde, e ai cittadini no?
    E poi sulla scogliera di Frontone ha sempre dato risposte vaghe… “che è un progetto della Regione Lazio”. Come non fosse criticabile lo sconcio che hanno fatto. Al riguardo annuncio che presto farò una petizione, per una seria valutazione di impatto ambientale e sui costi dell’opera; cosa che dovrebbero interessare chi amministra: sia maggioranza che opposizione.

  • Mimma Califano

    Caro Biagio,
    cosa ti fa pensare che io abbia avuto intenzione di rispondere a Ponzaracconta e non a te?
    Non ho postato direttamente la determina regionale solo per una disperata mancanza di tempo. Ho cercato un modo più veloce inviando in Redazione.
    Per quanto riguardo Cala Felci nei progetti/lavori commissariali avviati nel 2013-2014, per Cala Felci (a parte il titolo) non è previsto alcuno intervento
    I progetti regionali per Ponza affidati al commissario rischio-idrogeologico sono Frontone, Cala Feola, il cimitero e la regimentazione delle acque del monte Guardia.
    A suo tempo Ponzaracconta ha fornito informazioni dettagliate comunque tuttora reperibili sul sito.
    Tutti questi progetti sono totalmente gestiti dalla Regione e per il Comune di Ponza il parere favorevole è stato dato dalla precedente amministrazione.
    Per ciò che riguarda la scogliera di Frontone (e più in generale per l’intero intervento) il comune ha già scritto in regione chiedendo un sopralluogo tecnico. Siamo in attesa di una risposta.
    Il fatto che non scrivo/rispondo è solo per mancanza di tempo; questo non vuol dire non fare, è il contrario.
    Più in generale sono d’accordo con te, il comune si deve dotare di una figura che sappia adeguatamente informare i cittadini .

Devi essere collegato per poter inserire un commento.