Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0031-031 foto-0002 a-21 v4-14a-bis ss08 Spugne blu

Paolo Rossi, il “Pablito” del calcio italiano, a Ponza

di Paolo Iannuccelli

.

Paolo Rossi a Ponza non è passato inosservato.
“Pablito” ha visitato l’isola durante i festeggiamenti di San Silverio, i giorni più belli dell’anno.
Enzo Bearzot, nel campionato mondiale di Spagna del 1982, lo ha portato sul tetto del mondo, in quella manifestazione iridata è lui che ha firmato il maggior numero di gol che ha fatto dell’Italia la squadra Campione del mondo.

A Ponza lo hanno riconosciuto in tanti, non poteva essere diversamente, vista la popolarità del personaggio e la sua simpatia innata e travolgente.
Tra i primi a farsi fotografare in sua compagnia l’onnipresente Antonio Pelliccia, l’ex taxi driver isolano – licenza numero uno – che adesso si dedica a condurre in pullman turisti cinesi e indiani dall’Italia a Parigi.

Paolo Rossi ha apprezzato le bellezze di Ponza e dell’arcipelago così come tanti calciatori di successo che la frequentano da anni con assiduità.

Nelle fasi finali del torneo in Spagna si è dimostrato protagonista:  3 goal contro il Brasile, 2 reti in semifinale contro la Polonia e una rete in finale contro la Germania. E’ lui il capocannoniere.
Da lì a poco Rossi sarà scelto come vincitore del Pallone d’oro 1982.

Lasciato il calcio Paolo Rossi rimane a Vicenza dove inizia un’attività di imprenditore edile, adesso si interessa anche di giornalismo come apprezzato commentatore televisivo e possiede un meraviglioso agriturismo in Toscana.

 

Devi essere collegato per poter inserire un commento.