- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

Ischia. Il premio “Julio Grablowitz” a Giuseppe Luongo

segnalato alla Redazione

.

Amici di Ischia, IX edizione. Allo scienziato Giuseppe Luongo, il premio “Julio Grablowitz”, il vulcanologo che a Ischia inventò il sismografo. Soddisfazione della Comunità Culturale locale

Casamicciola, 20 giugno 2019. Verrà conferito al professor Giuseppe Luongo, scienziato e ricercatore, vulcanologo per lunghi anni direttore fra l’altro dell’Osservatorio Vesuviano, il premio “Amici di Ischia 2019” in omaggio a Julio Grablowitz, ricercatore triestino che verso la fine del 1800 si trasferì sull’isola d’Ischia per realizzare l’Osservatorio Geofisico di Casamicciola Terme.
Grablowitz è considerato a buon diritto fra i fondatori della scienza che tutt’oggi studia in tutto il mondo i fenomeni sismici e monitora l’attività dei vulcani. Lo studioso che per anni condusse sul campo analisi e ricerche sismologiche sul sempre interessante ed attivo bacino dell’isola d’Ischia, fu in pratica anche l’inventore del sismografo e quindi dello strumento che serve a monitorare i fenomeni che riguardano i sommovimenti della crosta terrestre. Famosa anche la sua vasca sismica, originale strumentazione di altissima precisione realizzata da Grablowitz con un normale sismografo immerso in una vasca d’acqua, che per decenni ha consentito agli studiosi ed ai ricercatori arrivati a Casamicciola da ogni parte del mondo, di ottenere rilevazioni sismiche di assoluta precisione, su eventi tellurici scatenatisi in qualsiasi parte del globo terrestre.

[1]Julio Grablowitz

L’omaggio a Grablowitz da parte dell’isola d’Ischia e del Premio Amici di Ischia è quindi ad un importante uomo di scienza che ha dato un grande sviluppo a questa materia di studio, mai passata di attualità. Onorare la memoria di Grablowitz significa mantenere vivo il ricorso della sua opera non solo fra la comunità scientifica internazionale, ma anche nella memoria storica di tutti.
Il premio al professor Luongo a sua volta (come lo sarà del resto a breve la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria deliberata dal consiglio comunale lo scorso 5 giugno) costituisce un riconoscimento allo scienziato che ha sempre affrontato con impegno lo studio e l’analisi dei fenomeni sismici dell’isola d’Ischia.

Luongo fra l’altro è l’intellettuale che per primo ha lanciato la proposta di riapertura dell’Osservatorio Geofisico di Casamicciola, non tanto per monitorare il territorio, perché questo compito è assolto fra l’altro da anni da modernissimi sistemi satellitari, ma per dare la possibilità a giovani ricercatori di specializzarsi sul campo ed acquisire esperienza, lavorando su un bacino sismico che ha caratteristiche proprie e non assimilabili ad altre realtà.

“E’ per noi un onore – ha dichiarato il delegato a Turismo e Cultura del Comune di Forio, avv. Gianni Matarese – avere la presenza del professor Luongo, per tutto quello che ha rappresentato e rappresenta per la nostra isola. E questo, in un momento in cui il Comune di Forio ha dato il suo contributo acquistando ed installando in località Montecorvo, un sismografo satellitare che trasmette costantemente dati all’Osservatorio Sismico della Fondazione Palmieri”.

Compiacimento per il conferimento del Premio al prof. Giuseppe Luongo è stato espresso dal giornalista Giuseppe Mazzella, direttore dell’ Agenzia e della Rivista di Politica, Economia e Storia “Il Continente” per il Rinascimento di Casamicciola e dell’isola d’Ischia.

– “E’ una testimonianza di una Riconoscenza che l’intera isola d’Ischia a mezzo del Comune e del popolo di Forio manifesta al prof. Giuseppe Luongo per i suoi studi sulla natura geologica dell’isola d’Ischia nel solco di Alfred Rittmann” – ha dichiarato il giornalista Giuseppe Mazzella.

E’ necessario sottolineare che Luongo è il coordinatore scientifico della monumentale monografia sul terremoto di Casamicciola del 28 luglio 1883 pubblicata nel 1999 per iniziativa dell’ allora Servizio Sismico Nazionale inglobato nell’ Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanesimo per una riduzione della spesa pubblica che ha ancora una volta penalizzato la ricerca scientifica. Questa Monografia avrebbe dovuto costituire il “manuale operativo” per politici e tecnici per affrontare le scelte di interventi dopo il terremoto del 21 agosto 2017 perché è già tutto scritto e documentato e non sono necessarie “microzonazioni” per redigere e mettere in esecuzione un realistico Piano Regolatore Generale, oggi ancora nella “mente di dio”, mentre sei mesi dopo il sisma del 1883 il Ministro Genala approvava il Piano Regolatore Lo Gatto che è ancora valido” ha concluso Mazzella.

Il Premio Amici di Ischia giunge quest’anno alla sua IX edizione ed è organizzato dalla Associazione Internazionale Amici di Ischia, per dare riconoscimenti a personalità di cultura, imprenditoria, arte, musica, cinema, comunicazione e volontariato, italiane ed estere in nome della loro amicizia nei confronti dell’isola d’Ischia.

Il premio è patrocinato dal Comune di Forio e da Assessorato al Turismo della Regione Campania e si svolgerà sabato 22 giugno – con inizio alle ore 20:30 – alla villa La Colombaia di Luchino Visconti a Forio.

[2]

Da: “Il Continente”, Ischia, 20 giugno 2019