Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0010-010 f-96 f-ab i-8 83a Probabile Didemnum tunicato incrostante

Una barca canta in mezzo al mare

di Francesco De Luca

.

Andando a Le Forna ieri pomeriggio, sulla Panoramica, ho dato uno sguardo al mare. Stava calando il sole: un puntino rosso dietro Palmarola. Davanti, la massa scura del mare con nel mezzo una barca a vela. Sola, stagliata.

Con questa immagine sono andato a sentire il Coro dei ragazzi che si esibivano nella chiesa dell’Assunta. Questo Coro è reduce da una gara a Brancigliano, dove si è classificato primo.

Dico subito che non sarò preciso sulla gara, sulla data, sui partecipanti, sull’insegnante che lo gestisce perché sto dando sfogo soltanto alla mia emozione. E dunque non scrivo per informare. Sto scrivendo per partecipare una emozione.

Quella che ho provato sentendo il Coro. Sono ragazzi delle Elementari e delle Medie, sono preparati a Ponza da una insegnante di musica. Ebbene questo Coro è una autentica novità nel chiuso della comunità ponzese. Non solo. Di una comunità rappresa, che sta implodendo stagione dopo stagione. Una novità culturale, viva, palpitante, che dà speranza a chi stabilmente trascorre la vita sull’isola.

Mi sono emozionato tanto. L’isola vive. Come la barca a vela naviga solitaria, anche Ponza solca questi anni.
La comunità implode evidenziando i problemi vitali. Che sono quelli della sussistenza invernale, dell’improvvisazione estiva ed altro. Ma, pur con evidenti acciacchi la comunità cerca modi ed espedienti per manifestare la sua vitalità. Se ciò proviene dall’infanzia allora gli elementi di speranza diventano più forti.

Il Coro si è esibito per un’ora. Avrebbe meritato un pubblico più folto perché è una realtà sulla quale la comunità può contare. Specie nei momenti quando c’è bisogno di sentire la vicinanza dell’altro, e il canto affratella, diventa sentimento comune.
Mi duole non poter trascrivere il nome dell’insegnante che, or sono dieci anni, lavora a Ponza coi ragazzi, avvicinandoli al pianoforte e, ora, pure al canto. A lei un ringraziamento forte e condiviso.

Va la barca nel mare, e nella vita di questi anni va la comunità ponzese.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.