Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_18-51-35 u-03 k2-11 22 97 sl372208

Il Mare di Circe e lo Sport

riceviamo dalla Casa dei Ponzesi e pubblichiamo

.

Mare di Circe, la genialità  creata da Luca Calselli, è stata presentata ieri a Roma nel Salone d’Onore del CONI alla presenza del Presidente Giovanni Malagò, delle Amministrazioni dei tre Comuni partecipanti al progetto e alcune delle autorità istituzionali. Ospite di riguardo Salvatore Cimmino, il nuotatore disabile simbolo 2018 delle battaglie per le libertà civili.

Nel dare il suo benvenuto ai presenti, il presidente del CONI ha spiegato come questo progetto, in particolar modo le sue propaggini legate allo sport, si collochi come strumento di promozione turistica e valorizzazione dei territori. Creando inoltre un saldo legame tra realtà così dissimili, così lontane, ma vicine grazie al mare e che cooperano unite sotto il segno di quel Mare di Circe.
Il Presidente Malagò sottolineando la grande ricchezza di questo territorio, le eccellenze artistiche, culturali, gastronomiche e le bellezze di un paesaggio e di luoghi di grande suggestione e tradizione, ha voluto gratificare il progetto “Mare di Circe” concedendo immediatamente il Patrocinio.

Corre l’obbligo ora rispondere ad un interrogativo posto qualche tempo fa da un ponzese che ci chiedeva il significato di questo progetto culturale che collega Circeo, Ponza e Ventotene.
Caro Vincenzo, le grandi manifestazioni incoraggiano e stimolano il turismo. E’ innegabile che oggi sono in molti a muoversi a seconda delle passioni sportive partecipando attivamente agli eventi o anche solo come spettatori/accompagnatori. In conclusione lo sport ed il turismo sono un binomio imprescindibile ed un sicuro volano per il turismo e l’economia.

1 commento per Il Mare di Circe e lo Sport

  • Cari amici, le risposte che chiedevo e che mi soddisfano sono scritte nella legge che promuove il premio “la città della cultura”. In sintesi: creare le premesse organizzative e strutturali per un cambio di paradigma economico. Nel nostro caso: da turismo nautico-balneare a turismo culturale-ecologico. Sono questi contenuti che io – cittadino isolano – andrò a cercare nei risultati finali di tale importante progetto. In bocca al lupo per l’inizio e il prosieguo di tutte le manifestazioni programmate.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.