Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

foto-0001 u-04 t3-5a ss09 31 14-1

Una canzone per la domenica (34). Conoscete Tori Amos?

Condividi questo articolo

di Luciana Figini

 .

Ascolto musica da quando ero una ragazza ed avendo studiato lingue mi sono presto appassionata alla musica rock e pop, inglese e americana.
Negli anni questo mio interesse non è  mai scemato e anche da docente di inglese ho spesso utilizzato le canzoni durante le mie lezioni.
Vengo a proporvi alcuni miei scritti a proposito di canzoni,  gruppi musicali e artisti che mi piacciono e che spero siano graditi anche a voi.
L. F.
Luciana ha già dei suoi scritti su questo sito; per accedervi, consultare l’indice per Autori: Figini Luciana.
Una sua gustosa auto-presentazione – il suo impatto con le tradizioni e il dialetto ponzese – si può leggere qui: “Un’Aliena all’isola di Ponza”.
S. R.

 

Per parlare di Tori Amos ci vorrebbero ore.
Per ascoltare e analizzare le sue canzoni una giornata intera forse non basterebbe.
E’ una delle cantanti e musiciste più virtuose e interessanti mai esistite ed i suoi testi sono sempre sorprendenti.
Ho avuto la fortuna di vederla in concerto e la cosa che mi ha più colpita di più  è stato quando si è messa  a suonare due pianoforti contemporaneamente!
Credetemi: una voce incredibile, una bravura eccezionale!
Ecco perché ho deciso di parlare di due sue canzoni e non solo di una.
Ogni sua canzone è un racconto, ogni suo video è un pugno allo stomaco: devi fermarti e capire, oltre che goderti la sua voce e la sua musica.

Cornflake Girl è una canzone del 1994.
Tori Amos la scrisse dopo avere letto il libro Possessing the Secret of Joy di Alice Walker, che parla di una giovane donna africana che viene sottoposta al rituale dell’infibulazione (*).
Amos rimase sconvolta dall’idea che una madre potesse permettere che la figlia fosse sottoposta ad un atto così brutale e considerò questo come una specie di tradimento di una donna (in questo caso la figlia) da parte di un’altra donna (in questo caso la madre).
Nella canzone sono rappresentate due tipi di donne: le Raisin Girls (le donne uvetta), dalla mentalità aperta e multiculturale e le Cornflake Girls, che possiedono una mentalità chiusa e piena di pregiudizi.

Cornflake Girl

Never was a cornflake girl
Thought that was a good solution
Hanging with the raisin girls
She’s gone to the other side
Givin us a yo heave ho
Things are getting kind of gross
And I go at sleepy time
This is not really happening
You bet your life it is

Peel out the watchword
Just peel out the watchword

She knows what’s goin on
Seems we got a cheaper feel now
All the sweetcaze are gone
Gone to the other side
With my encyclopedia
They musta paid her a nice price
She’s putting on her string bean love
This is not really happening
You bet your life it is

Peal our the watchword
Just peel out the watchword

And the man with the golden gun thinks he knows so much
Thinks he knows so much
Rabbit –  where’d you put the keys girl?

Cornflake Girl

Non sono mai stata un ragazza cornflake
Ho pensato fosse stata una buona idea
Uscire con le ragazze uva secca
Lei è andata dall’altra parte
Sospiro di sollievo
Le cose si stanno complicando
E vado via all’ora di dormire
Non sta accadendo realmente
Puoi scommetterci che è la vita che ti sta accadendo

Fuori la parola d’ordine
Dì la parola d’ordine

Lei sa cosa sta succedendo
Sembra che abbiamo un sentimento meno interessante ora
E le belle ragioni non ci sono più
Andate dall’altra parte
Con la mia enciclopedia
Devono averle dato un bel po’ di soldi
Si sta mettendo il suo amore a fagiolino verde (?)
Non sta accadendo davvero
Puoi scommetterci che è la vita che ti sta accadendo

Fuori la parola d’ordine
Dì la parola d’ordine

E l’uomo dalla pistola d’oro pensa di sapere così tanto
Pensa di sapere così tanto
Coniglio – dove hai messo le chiavi, ragazza?

La seconda canzone di Tori che voglio proporre è Crucify.
E’ il quinto singolo della cantante, tratto dall’album Little Earthquake del 1992.
In questo album sono presenti tutti i principali temi della crescita interiore di Tori: il difficile rapporto con la religione, il suo forte femminismo, la guerra agli stereotipi.
Crucify si basa su di un fallimento personale (aveva co-fondato un complesso che si sciolse quasi subito), ma parla dei fallimenti di tutti.
Utilizzando vari simboli religiosi (e per questo fu pesantemente criticata) Tori descrive la sua esperienza, da bambina prodigio a fallita e compie una piccola ricerca psicologica interiore.
Nella canzone descrive uno stato d’animo comune a tutti noi; non riuscire a raggiungere una meta prefissata, sentirsi dei falliti.
Ovviamente la risposta di Tori a ciò è di alzarsi subito e riprovarci!
E il mio cuore è stanco di essere in catene…

.


.

Crucify

Every finger in the room
Is pointing at me
I wanna spit in their faces
Then I get afraid of what that could bring
I got a bowling ball in my stomach
I got a desert in my mouth
Figures that my courage would choose to sell our now
I’ve been looking for a savior in these dirty streets
Looking for a savior beneath these dirty sheets
I’ve been raising up my hands
Drive another nail in
Just what God needs
One more victim

Why do we
Crucify ourselves ?
Every day
I crucify myself
Nothing I do is good enough for you
Crucify myself
Every day
And my heart is sick of being in chains

Got a kick for a dog
Beggin’ for Love
I gotta have my suffering
So that I can have my cross
I know a cat named Easter
He says –  will you ever learn ?
You’re just an empty cage girl
If you kill the bird

Why do we
Crucify ourselves ?
Every day
I crucify myself
Nothing I do is good enough for you
Crucify myself
Every day
And my heart is sick of being in chains

I’ve been looking for a savior in these dirty streets
Looking for a savior beneath these dirty sheets
I’ve been raising up my hands
Drive another nail in
Got enough guilt to start
My own religion
Please be
Save me
I cry

Crucify

Ogni dito nella stanza
E’ puntato verso di me
Voglio sputar loro in faccia
E poi ho paura di quello che potrebbe succedere
Ho una palla da bowling nello stomaco
Ho un deserto in bocca
Figure che il mio coraggio sceglierebbe di svendere adesso
Ho cercato un salvatore per queste strade sporche
Ho cercato un salvatore sotto queste lenzuola sporche
Ho alzato le mie mani
Infilate un altro chiodo
Proprio quello di cui Dio ha bisogno,
Ancora un’altra vittima

Perché crocifiggiamo noi stessi ?
Ogni giorno mi crocifiggo
Niente di quel che faccio è buono abbastanza per te
Io crocifiggo me stessa
Ogni giorno
E il mio cuore è stanco di essere in catene

Ho solo un calcio per un cane
che supplica amore
Ho già le mie sofferenze
Così che possa avere la mia croce
Conosco un gatto di nome Pasqua,
Dice: Imparerai mai?
Ragazza, sei solo una gabbia vuota
se uccidi l’uccello

Perché crocifiggiamo noi stessi ?
Ogni giorno mi crocifiggo
Niente di quel che faccio è buono abbastanza per te
Io crocifiggo me stessa
Ogni giorno
E il mio cuore è stanco di essere in catene
Ho cercato un salvatore per queste strade sporche
Ho cercato un salvatore sotto queste lenzuola sporche
Ho alzato le mie mani
Infilate un altro chiodo
Ho abbastanza colpe per inventare
la mia religione
Per favore fai che accada
Salvami
Io piango

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.