Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-34 u-30 v4-9a v3-11a 85 92

A proposito di “Riprendiamoci Zannone”

di Vincenzo Ambrosino

.

Porto a conoscenza di tutti che nel Piano del Parco del Circeo c’è in prospettiva l’ampliamento dei confini del Parco.  
Mi sono chiesto: ma che facciamo, ci riprendiamo Zannone o addirittura concediamo al Parco anche la gestione del mare circostante alle nostre isole?

Sintesi  dalla relazione allegata all’Ampliamento a mare del Parco Nazionale del Circeo (file .pdf a fondo pagina)

Introduzione
“Il Piano del Parco – anche su proposta e richiesta della Comunità del Parco – identifica come proposta strategica l’ampliamento a mare del Parco Nazionale del Circeo. La presente relazione delinea una proposta in merito al fine della presentazione al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del MAre, competente per il suo sviluppo normativo” (a pag. 1).

Elementi conoscitivi e valori naturalistici

Siccome “la Regione Lazio, nell’ambito dei programmi Beachmed e ICZM, ha prodotto relazioni ed analisi sulla priorità e conservazione dei valori naturalistici costieri e marini della Regione” e  “la costa del Circeo – in particolare l’area a fronte di Torre Astura, quella di fronte ai laghi, e quella tra Capo Circeo e Terracina – risulta essere una di quelle di maggiore interesse per presenze di posidonia, nursery di pesci e benthos…” (a pag. 1 della relazione) “la finalità dell’estensione del Parco Nazionale del Circeo a mare (…) sarebbe quella di tutelare e valorizzare le caratteristiche della biodiversità marina e costiera, anche e soprattutto attraverso interventi di recupero ambientale (con programmi di ricerca, monitoraggio, conoscenza e gestione)” (a pag. 5 della relazione).

E’ descritta in questa parte della relazione l’importanza della conservazione e protezione degli habitat marini e la loro attuale regressione.

Valore internazionale e tutela nell’ambito della Rete Natura 2000
“Le zone interessate all’ampliamento  del Parco a mare sono ricomprese nelle Rete Natura 2000. Grazie all’ampliamento a mare del Parco la gestione della parte a mare della ZPS “Parco Nazionale del Circeo” e dei SIC marini che fronteggiano la costa del Parco e l’isola di Zannone, potrebbe essere effettuata in modo unitario dall’Ente Parco che provveda alla loro conservazione attraverso diversi interventi di gestione.
Questa soluzione potrebbe rispondere pienamente agli impegni internazionali  dell’Italia in campo europeo per la gestione di tali siti, fornendoli di concreti strumenti organizzativi di competenze e finanziamenti che garantirebbero il raggiungimento  degli obiettivi delle Direttive Uccelli ed Habitat” (nelle pagg. 5 e 6 della relazione).

Attività di gestione naturalistica e di turismo sostenibile attività con l’estensione a mare del Parco.
“L’ampliamento a mare del Parco permetterebbe di sviluppare con strumenti adeguati alcune iniziative di valorizzazione del patrimonio marino connesso con le attività di diportistica indirizzate non solo e non tanto alla tutela quanto alla creazione di occasioni di visita in barca e di attività collaterali (pesca, diving) e in particolare la realizzazione di interventi di gestione delle aree naturalistiche presenti a mare… ”

“Lo stesso approccio è stato elaborato dal Comune del Circeo con il progetto di Valorizzazione delle Aree Marine elaborate dai professori Ardizzone e Beluscio dell’Università della Sapienza, che il Parco supporta fortemente e che andrà implementato in collaborazione anche con il Parco in modo che gli altri interventi previsti siano coerenti con esso”… (nelle pagg. 6 e 7 della relazione).

La proposta di ampliamento a mare del Parco Nazionale del Circeo contenuta nel piano del Parco

“La scelta effettuata dal Consiglio direttivo del parco in sede di definitiva elaborazione del Piano del Parco è di rinunciare a qualunque proposta di ampliamento del territorio del Parco a terra – preferendo invece garantire il raccordo con i livelli di tutela esistenti anche fuori del Parco, come le ZPS -, ma di proporre invece come scelta strutturale di qualificazione del Piano del Parco – anche se va oltre delle sue dirette competenze – l’ampliamento significativo del Parco a mare come descritto nella tavola TP.5″ (a pag. 12 di 13).

File .pdfAllegato-Ampliamento.PNCirceo.19_04_12

 

1 commento per A proposito di “Riprendiamoci Zannone”

Devi essere collegato per poter inserire un commento.