Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

e-09 4 62 73 carta-galite adele-con-nicola-rao-tg-r-lazio

Cala Felci: dieci anni d’amore per Ponza

La Redazione

.

In questi giorni tiene banco l’importante risultato raggiunto dalla nostra isola, insieme a san Felice Circeo e Ventotene, del progetto-riconoscimento “Città della Cultura 2019” della Regione Lazio.

L’ex sindaco di Ponza – Piero Vigorelli – ha scritto su Facebook un pezzo fortemente polemico nei confronti di quanti hanno partecipato alla stesura del progetto, alle finalità di questo e all’amministrazione comunale nel suo insieme. Arrivando ad insinuare che ci siano interessi personali in gioco.

L’associazione Cala Felci, uno dei “complici”, risponde in questo modo.

Negli ultimi giorni si sta dibattendo sul bando per la designazione della Città della Cultura, vinto dai comuni di San Felice Circeo, Ponza, Ventotene.
Tra i tanti punti in discussione, uno ci riguarda in maniera diretta: Calafelci viene citata quale “beneficiaria” del progetto.
Calafelci è stata invitata a dare l’adesione al progetto nel mese di ottobre, al pari di tutte le altre associazioni isolane, come riferisce il delegato alla cultura Enzo Di Giovanni.
Calafelci, non avendo sinora presentato alcun programma o progetto, non beneficia – né potrebbe beneficiare – di alcunché. Le categorie beneficenza – benefattore – beneficio non ci appartengono; siamo sulla scena da dieci anni durante i quali abbiamo presentato progetti, ne abbiamo atteso l’approvazione e li abbiamo realizzati, anche senza il sostegno economico delle istituzioni; talvolta ci hanno impedito di presentarli, ci hanno inseriti nella black list e ce ne siamo fatti una ragione.
Non ci interessano complimenti e giudizi soggettivi, arbitrari e ruffiani, preferiamo attenerci ai numeri; ne cito alcuni:

– Un lavoro rigoroso e costante volto alla scoperta e alla riscoperta di tanti aspetti della storia e della cultura dell’isola
– 4 edizioni di Ponza in Tavola con migliaia di partecipanti
– 3 pubblicazioni (Ponza in Tavola, il catalogo de Lo Stracquo, la raccolta Racconti del Porto)
– 7 edizioni del premio Ponziano Benemerito
– 4500 visitatori alla mostra Lo Stracquo a Ponza e 1500 a Ventotene
– Decine di articoli sulla stampa nazionale e internazionale
– Numerose iniziative condotte lungo l’intero arco dell’anno come ad esempio: la gara dei presepi, la gara delle bancarelle, e tante altre cose che sarebbe lungo elencare.

Continueremo a impegnarci con entusiasmo per Ponza anche in occasione di questo progetto regionale, consapevoli di aver accumulato negli anni un capitale – di esperienza, di soddisfazioni, di riscontri – e non spiccioli di elemosine o beneficenze.

Il link alla pagina dell’associazione

 

Devi essere collegato per poter inserire un commento.