Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-08 27-07-2005 p-05 ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 13 Un rimorchiatore rimesso a nuovo

Il cambiamento

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne

.

Giggino – ’Uaglio’, ccà è ora che ti ategui alla nuova corsa. È chiaro?
Sang’ ’i Retunne – Un nuovo corso? Cosa riguarda? Politica, società, economia?

Gg
– Se vede che vivi fore d’u maletiempo. Tu da progressista che sire, si’ addeventate regressista. Da rosso-verde te si’ scagnate… mo’ si addeventate arancione cucozza e verde cucuzzella.
SR
– See see… oramai è diventata una moda offendere l’avversario con menzogne ideologiche.

Gg – Quinti, essento vuie addeventate ’na munnezza indifferenziata e scagnata, accà s’adda cagna’ tutt’u dammaggio ch’avite fatte.
SR – Ah ecco! La legge del più forte. Siete diventati sfascisti. E chi avrebbe deciso questo cambiamento?

Gg – Azz, chi? Isso, ’umini-ciuccie ’a capa storta”.
SR – Un nuovo personaggio sulla scena politica isolana? Ma ha la giusta preparazione?

Gg – ’Uaglio’, ma stai pazzianne? Ha fricuentato ’a “Pezzecate Friends & Mellune College ’u Russe”. Pe’ chesta situazziona ce vuleve sul’isso.
SR – E sentiamo… cosa intendete cambiare.

Gg – Pe’ primma cosa i nomme. Cca tenimme ancora i nomme ’i ll’epoca ’i Pappagone. ’Uaglio’, ’u munne cammina e tu pienze ancora a “bellacciao”.
SR – E che nomi vorreste cambiare?

Gg – Dimme tu… è cosa che nuie tenimme ancora i rott’i Pilato? Robba vecchia e stravecchia.
SR – Non vanno bene?

Gg – Nooo! Da rott’i Pilato anna addeventa’ “rott’i Schiaffine”. Bisogna ateguarsi al canpiamento!
SR – Bah! A me, me pare ’na strunzata. Poi?

Gg – ’U fare d’a ’Uardia, presempio. Quanti cazzate se dicene? Uuhuuh!
SR – Effettivamente ogni tanto qualche polemica viene fuori… E allora?

Gg – Ce cagnamme ’u nomme in “Faro della Guardia Svizzera”. E ogni critica subbete fernesce. T’u pozz’o assicura’ io!
SR – Incredibile. Vai avanti.

Gg – I Faragliune d’a Madonna so’ troppo ti parte. Non sta pene. Qua ci teve essere libertà di opiniona ma pure ’i religiona. È cosa che ’u prevete fa l’assopigliatutto? Non sta pene! Acca’ tutte hanna campa’!
SR – E allora?

Gg – Da Faraglioni d’a Madonna a “Faraglioni della Torre di Guardia”.
SR – Quella dei Testimoni di Geova?

Gg – Esatto! Pure lloro so’ figl’i Die. Nunn’hanna campa’ pure alloro?!
SR – Vabbè, ma che c’entrano i faraglioni?

Gg – ’Uaglio’, a guerra è guerra.
SR – Ma che guerra è mai questa? Mi sembra più che altro ’na pagliacciata propagandistica.

Gg – E i ’rotte Azzurre addo’ ’i mettimme?
SR – He… e dove le vuoi mettere?

Gg – Che ce’azzecchene cchiù? Azzurro è muorte! Addeventene grotte giallo verde!
SR – Caspita, non avete tralasciato proprio niente!?

Gg – No no qualcuno è rimasto tale e quale. Altroché!
SR – E chi?

Gg – Cap’i bbomba.
SR – A sì?

Gg – E ccerto. Ha voglia a beve rum, nunn’è state capace ’i addiventa’ ’nu babbà. Strunz’ era, e strunz’ è rimasto.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.