Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0003-003 0051-051 k2-21 ss16 20 barca-di-palone

Ponza, tra Linea Blu e la fiction

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

.

Sarà un caso, una coincidenza. Ma tutte le volte che Donatella Bianchi, conduttrice storica di Linea Blu nonché presidente del Wwf Italia, “vuole fare bella figura” rispolvera una foto ormai datata che la ritrae su una barca al molo di Ponza, con il porto e l’arco delle case sullo sfondo. L’occasione più recente è rappresentata da un servizio di due pagine dal titolo “E adesso viviamo al meglio il nostro mare” che il settimanale Sorrisi e Canzoni Tv in edicola da ieri (1° agosto) propone ai suoi lettori. Naturalmente è la Redazione che sceglie nell’archivio del giornale e non certo la nostra Donatella: fatto sta però che quella foto fa parte dei “corsi e ricorsi storici” della rivista. A noi ponzesi non può fare che piacere. E, ne siamo convinti, anche a Donatella Bianchi.

Però sulle stesse pagine, un poco più avanti, c’è un altro servizio che ci riguarda da vicino, pubblicato in una delle due pagine intitolate “Luoghi da fiction per vacanze da star”, dove naturalmente si fa riferimento a “Un’altra vita” che ha reso celebri in tutta la Penisola anche gli angoli più nascosti di Ponza.
Ci sono tre indizi, e la soluzione (complessivamente, le fiction prese in esame sono sei) si può leggere capovolta. Sorvoliamo sul “fil rouge” che lega Ulisse, Sandro Pertini e Bruno Vespa; nel secondo indizio si parla di gamberi rossi che si possono gustare “abbottonati” (in realtà “imbottonati, cioè ripieni): ma forse volevano riferirsi ai calamari o ai totani?!

Nel terzo indizio infine la Forcina, famoso e caratteristico scorcio roccioso di Palmarola, viene identificata con l’isola stessa e definita pertanto “delle palme nane”. Eppure sarebbe bastato leggere una qualsiasi guida dell’arcipelago per non cadere in queste sviste grossolane. In entrambi i casi comunque diciamo che le intenzioni erano buone e gli articoli danno visibilità al nostro arcipelago: se fossero stati anche corretti sarebbe stato davvero il massimo.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.