- Ponza Racconta - http://www.ponzaracconta.it -

… E manco le luci della Madonna vanno bene

di Sandro Vitiello

 

L’ho scritto in prima persona ma in realtà queste considerazioni sono state dettate da amici ponzesi fortemente impegnati nell’organizzazione dei festeggiamenti dell’Assunta.

Uè, ci fosse una volta che avessimo fatto una cosa buona, che va bene a tutti quanti.
Non fai niente e vieni murmuliato: – ‘N’site capace ‘i fa’ niente, nun ve mettite scuorn’?
Fai qualcosa e ci sta sempre qualcuno che ti trova il difetto in quello che hai fatto.
O pigliamo come riferimento il verso dantesco “non ti curar di loro ma guarda e passa” oppure ci regoliamo con un “diplomatico” vaffan… e la chiudiamo qui.

Ma di cosa stiamo parlando?
Di tutto e di tutti.
Ma stasera parliamo delle luminarie a Cala Feola in particolare.

[1]

[2]

Secondo alcuni sono troppo luminose.
Roberto Coluzzi dalle pagine di Ponzaracconta – leggi qui [3] – ci fa sapere che non abbiamo sensibilità ambientale, che siamo ignoranti e che non sappiamo dove sta di casa la bellezza.
Ci perdoni; siamo di Ponza, anzi di Le Forna.
Non abbiamo una facoltà di ingegneria sulla nostra isola dove avremmo potuto scoprire nei dettagli la differenza tra luci calde e luci fredde e sicuramente l’idea del trimm potenziometro non ci è passata per la testa.
E pensare che quest’anno siamo partiti con quasi un mese di anticipo a installare le luminarie dell’Assunta.
Pensavamo di mandare un messaggio di festa a quanti arrivano dalle nostre parti, a Le Forna.
Problemi insormontabili sono stati affrontati e risolti per mettere insieme un programma di iniziative ricco e partecipato.
Discussioni interminabili su dove mettere le luminarie, senza fare torto a nessuno. Credevamo di aver sistemato tutto e invece…
Invece non abbiamo considerato che le nostre luminarie avevano i difetti di cui si diceva.
Facciamo ammenda e ci impegniamo a risolvere la cosa.

[4]

C’è un solo piccolo problema. Ci siamo informati: cambiare le luci delle nostre luminarie ci costerà mille e seicento euro.
Siamo disponibili da subito a porre rimedio a questo problema se riusciamo a trovare qualche sponsor che ci aiuti a sostenere la spesa.
Perché se è vero che abbiamo i nostri difetti, noi comunque siamo capaci di metterci in discussione.